Scienza, Cultura e Salute


Il riscatto dei muri a secco, patrimonio Unesco dell'umanità

Un muro ''paralupi'' in buono stato di conservazione, in provincia di Foggia. Davanti a opere come questa non c'è dubbio che si debba parlare di ''cultura dei muretti a secco'' - foto tratta da Camminare nella storia blog©Chi ha avuto o abbia un orto, avendo dissodato la terra prima di coltivarla, sa cosa significa avere a che fare con le pietre: cavarle e farne un cumulo, per poi disegnare i filari di semina e trapianto, e i piccoli lotti da destinare a insalata. Una bella soddisfazione raccoglierne i frutti, certo, ma una fatica immensa è la bonifica iniziale da sassi, ciottoli e rocce su cui zappa e vanga fermano sovente le loro corse.

 

Leggi tutto...
 
Etica del cashmere e vita dei pastori nell’era del mercato globale

L'estata è torrida e l'inverno glaciale per i pastori mongoli e per le loro capre Cashmere - foto Sustainable Fibre Alliance©Come tutti patrimoni di conoscenze, la cultura del cashmere ha radici profonde, fatte di esperienza, tradizione, tecnica, passione, dedizione. Di uomini e donne che lavorano, producono e vivono, alcuni allevando animali, altri finalizzando commercialmente la materia grezza. Attenzione però, a proposito di cachmere, a non incappare nell’errore più diffuso, vale a dire a pensare che questo prodotto, all’origine, sia una lana, perché lana non è. Ed è qui - o anche qui - il fascino di questo materiale, e dei prodotti che ne derivano.

 

Leggi tutto...
 
La Svizzera blinda le sue colture casearie grazie al partenariato

Lactobacillus Acidophilus - foto Indianmart©Il settore lattiero-caseario svizzero è diventato ufficialmente comproprietario delle colture casearie della Confederazione Elvetica. È accaduto giovedì scorso, 29 novembre, alla presenza del consigliere federale Johann Schneider-Ammann, dei vertici di Agroscope (l’ente confederale per la ricerca agronomica) e dei rappresentanti della Confederazione del settore lattiero-caseario svizzero, con la ratifica del contratto che d’ora in avanti regolerà la proprietà delle colture casearie.

 

Leggi tutto...
 
È torinese e asinino il fortificatore del latte per i bimbi prematuri

foto Pixabay©Il latte materno, si sa, è alimento fondamentale per i bambini nei primi mesi di vita. Per i nati pretermine, che nel nostro Paese sono in aumento (oltre 46mila, pari al 10% dei nascituri), la moderna pediatria prescrive l’uso di fortificatori del latte umano, per cercare di garantire ai piccoli pazienti le necessarie sostanze nutritive (proteine, calcio, fosforo, carboidrati, vitamine e oligominerali), in misura adeguata alle loro necessità. La supplementazione del latte umano si rivela fondamentale per l’incremento ponderale e per l’accrescimento della scatola cranica, ma ha palesato diverse criticità quando il fortificatore è di origine vaccina(1).

 

Leggi tutto...
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 2 di 103