Pascoli permanenti: giovedì 8 seminario Unimont in streaming

   Sarà fruibile anche in streaming web, giovedì 8 giugno, l'interessante seminario organizzato dall'Università della Montagna di Edolo sulla gestione e la conservazione dei prati permanenti da parte degli allevatori estensivi.

I prati permanenti rappresentano uno tra i patrimoni fondamentali di cui dispongono gli allevatori estensivi. Oltre a rappresentare la risorsa foraggera basilare, essi hanno anche una notevole rilevanza naturalistica e paesaggistica per vasti territori del nostro Paese, per la ruralità alpina e appenninica. A parte rare eccezioni, essi però - purtroppo - sono spesso gestiti in maniera non ottimale.

Dal punto di vista agronomico, la loro conduzione non dovrà limitarsi a garantire la produzione foraggera, ma sarà essenziale per il futuro dell'azienda che li avrà in uso, in primo luogo per ciò che concerne la conservazione della biodiversità che li caratterizza.

Nonostante la diffusa conoscenza agro-ecologica maturata da molti allevatori nei decenni, oggigiorno diventa indispensabile approfondire i fattori ecologici e gestionali che caratterizzano i prati ad alta quota, sempre più a rischio di abbandono, da un lato, e di degrado, dall’altro.

Il seminario proporrà i risultati di una ricerca - condotta dal relatore Mario Pierik, dottore di ricerca dell'Università degli Studi di Milano - in cui i prati dell’Alta Valtellina sono stati studiati in termini di composizione floristica, biodiversità e qualità della risorsa foraggera. La ricerca ha permesso di appurare quanto in un contesto di alta quota, i risultati dipendano dalle complesse dinamiche di interazione tra i fattori ecologici ed i fattori gestionali propri dell'azienda.

Il seminario sarà trasmesso in streaming web, dalle 17:30 di giovedì 8 giugno (in seguito disponibile registrato). Per seguirlo, cliccare qui. Per ulteriori informazioni, cliccare qui.

Per chi voglia partecipare di persona, l'iniziativa si terrà in via Morino 8 presso l'Aula Magna dell'Università della Montagna di Edolo, in provincia di Brescia (iscrizione cliccando qui).

5 giugno 2017
 

 

Commenti (2)Add Comment
...
scritto da federiko 89, giugno 06, 2017
Qua in montagna la connessione a volte va e altre no. Speriamo che giovedì alle 17:30 sia buona!
...
scritto da Pastorello Carlo, giugno 05, 2017
Ecco, queste son le cose da sapere, già che siamo tutti connessi. Sapere perché è bene pascolare e non tenerle in stalla, a mangime. Cosa c'è nell'erba, coma gudagnano loro in termi i di nutrizione e di salute pascolando libere, e di conseguenza chi mangia quei formaggi. Se ogni pastore sapesse un po' quel che c'è da sapere, e se ognuno di noi portasse un briciolo di quella conoscenza assieme ai prodotti, al mercato, stampando un foglietto semplice ma chiaro e preciso, io credo che i clienti aumenterebbero, e che si potrebbe spuntare qualche euro in più al chilo

Scrivi un commento
diminuisci le dimensioni del form | aumenta le dimensioni del form

security code
Trascrivi i caratteri che vedi qui sopra


busy