La ricetta Greenpeace? Tagliare gli aiuti alle produzioni intensive

Da quel che si mangia dipende il futuro del pianeta - l'immagine ritrae una pagina della pubblicazione ''Meno è meglio'', dell'associazione ambientalistaIl futuro alimentare del pianeta ha una sola strada percorribile: quella delle produzioni estensive, da erba e da fieno. In sostanza, solo adottando una “dieta sana” potremo garantirci un “pianeta sano”. Ad affermarlo sono i vertici di Greenpeace Italia, che nei giorni scorsi hanno lanciato una campagna mediatica che si prefigge “l’obiettivo ambizioso, necessario e impellente di ridurre la produzione e il consumo e di carne e di prodotti lattiero-caseari del 50%, a livello globale, entro il 2050”.

Leggi tutto...
 
Allo studio in Sardegna la sostenibilità dei pascoli mediterranei

Pascolo sardo nella primavera inoltrata - foto Pixabay©Si sono tenute a Sassari, giovedì e venerdì scorsi - presso la Facoltà di Agraria dell’Università degli Studi e in territori ad uso pascolivo del comune di Santu Lussurgiu - due intense giornate di lavoro del progetto “Life Regenerate”, che hanno visto protagonisti i ricercatori dell’Università dell’Estremadura, l’Nrc (Nucleo di Ricerca sulla Desertificazione), dell’Università degli Studi di Sassari e del CNR-Ispaam (Istituto per il Sistema Produzione Animale in Ambiente Mediterraneo) di Sassari.

Leggi tutto...
 
Le infiammazioni intestinali? Si curano mangiando formaggio

L'immunologo Gwénaël Jan mostra soddisfatto il risultato del suo gruppo di ricerca - foto Inra©Un formaggio potrebbe alleviare o prevenire alcune infiammazioni a carico dell'intestino. Ad rivelarlo, nel corso del Cheese Symposium 2018, tenutosi a Rennes dal 4 al 6 aprile, è stato un gruppo di ricerca dell’Inra (Institute National de la Recherché Agronomique) di Parigi, che ha presentato i risultati di uno studio effettuato su topi affetti da malattie intestinali.

Leggi tutto...
 
I formaggi naturali secondo Slow Food: teoria e pratica non vanno d’accordo

   Non tutti conoscono la differenza tra i formaggi a latte crudo e i formaggi pastorizzati. E allora a spiegare le diversità ci pensa Slow Food, che prosegue nella presentazione del bel volume di Piero Sardo “Formaggi naturali. Viaggio alla scoperta dei migliori d'Italia”, divulgando ad un pubblico selezionato ma quasi mai totalmente competente i segreti delle “forme del latte”.

Leggi tutto...
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 1 di 92