Dal pascolo al piatto - rubrica tecnica

   Una rubrica tecnica per raccontare la filiera ideale del
   "formaggio giusto", tanto agli esperti casari quanto ai
   consumatori a caccia di conoscenza.
   I nostri esperti tratteranno qui le principali tematiche di
   più ampio interesse inerenti l'intera filiera produttiva,
   dall'alimentazione animale a quella umana, con testi
   di ampia divulgazione. Questi verranno integrati da note e
   approfondimenti in grado di soddisfare anche i più esperti.
   Buona lettura e buona consapevolezza a tutti!



Allergie e intolleranze alimentari: prepariamoci ad affrontarle fin dalla primissima età

di Arianna Rossoni, dottoressa dietista

foto nmorbacher©Una delle preoccupazioni maggiori per le neomamme è l’insorgenza delle tanto temute colite neonatali, che si manifestano tipicamente entro la dodicesima settimana di vita del piccolo, e di cui soffre in modo persistente circa il 16% dei neonati. Le coliche non sembrano essere causate né dal latte in formula né dall’allattamento al seno: le cause specifiche non sono ancora note(1). Una recente review ipotizza una possibile base comune tra l’insorgenza di coliti e la presenza di allergie alimentari, che si presentano tipicamente con sintomi intestinali, ma di cui non vanno trascurate le manifestazioni dermiche (in primis dermatite atopica). La stessa review dimostra che, nella malaugurata ipotesi di coliche ricorrenti, sia utile una dieta ad eliminazione per la mamma - se il bambino è ancora allattato al seno - o l’uso di proteine del latte estensivamente idrolizzate, se si stia usando latte in formula(2)(3).

Leggi tutto...
 
Avermectine: quanti danni all'ecosistema in cui viviamo! Ecco allora cosa fare

di Francesca Pisseri, dottoressa in veterinaria (*)

Allo scarabeo stercorario - la cui sopravvivenza è messa a rischio dall'abuso di avermectine - lo Zoo di Londra ha dedicato un piccolo monumentoGli antiparassitari di sintesi ad ampio spettro vengono somministrati di sovente agli animali da allevamento. Bovini, suini, ovicaprini, e cavalli subiscono - in modo routinario - dai 2 ai 4-6 trattamenti l’anno. Una classe di farmaci molto utilizzata è quella delle avermectine, antiparassitari ad amplissimo spettro, in grado di uccidere 85 specie diverse di parassiti dei mammiferi domestici, del pollame, dei pesci e delle piante.

Leggi tutto...
 
Insilati come e perché: serve tanta buona tecnica per evitare i problemi

di Rosario Petriglieri, dottore in agraria

Raccolta e trinciatura del foraggio - foto Cliona Ring Foundation©L'insilato è il prodotto di una tecnica di conservazione del foraggio verde - l'insilamento - che si realizza mediante acidificazione della massa vegetale (di norma tagliata finemente) ad opera di microrganismi anaerobi, allo scopo di impedire a microrganismi alteranti e potenzialmente tossici di proliferare all'interno della massa vegetale, provocandone il consumo (perdita di valore nutritivo) e lo sviluppo di sostanze insalubri. 

Leggi tutto...
 
L'urea nel latte: fattori alimentari e ripercussioni sulla produzione casearia

di Rosario Petriglieri, dottore in agraria

Laboratorio di analisi del latte - foto Regione Valle d'Aosta®L'urea è un composto chimico organico - presente, ad esempio, nel sangue, nel sudore e nell'urina umani - ma può essere sintetizzata in laboratorio per vari usi, tra cui quello di fertilizzante. L'urea di cui ci occupiamo qui oggi è quella che viene escreta dai ruminanti in lattazione mediante il latte. L’urea nel latte(1) rappresenta un indice di misura circa l’eccesso o la carenza di proteina nella dieta del ruminante. Trattasi di un coefficiente tecnico, che viene impiegato dai nutrizionisti per monitorare la funzionalità ruminale, la corretta formulazione della dieta e l’eventuale risposta degli animali a quel tipo di alimentazione. 

Leggi tutto...
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 Succ. > Fine >>

Pagina 2 di 6
Banner
Banner
Banner

01. Zootecnia

02. Lattiero-casearia

Archivio generale rubrica tecnica