Dal pascolo al piatto - rubrica tecnica

   Una rubrica tecnica per raccontare la filiera ideale del
   "formaggio giusto", tanto agli esperti casari quanto ai
   consumatori a caccia di conoscenza.
   I nostri esperti tratteranno qui le principali tematiche di
   più ampio interesse inerenti l'intera filiera produttiva,
   dall'alimentazione animale a quella umana, con testi
   di ampia divulgazione. Questi verranno integrati da note e
   approfondimenti in grado di soddisfare anche i più esperti.
   Buona lettura e buona consapevolezza a tutti!



Il mondo semplice delle razze rustiche, fonte naturale di un latte che non teme confronti (parte 2 di 2)

di Rosa Tiziana Procopio, dottoressa in scienze e tecnologie agrarie

Dopo aver trattato, la settimana scorsa, delle specie e delle razze rustiche in generale e più in particolare della bovina Podolica attraverso le caratteristiche, le attitudini, le specificità, i metodi di allevamento e l'adattamento della stessa ai suoi territori d'elezione, veniamo qui a considerare come l’effetto dell’allevamento estensivo e la vicinanza ai cicli naturali influenzino la qualità e le caratteristiche del latte, da un punto di vista analitico(1).

Leggi tutto...
 
Il mondo semplice delle razze rustiche, paradigma ideale dell'agroecologia (parte 1 di 2)

di Rosa Tiziana Procopio, dottoressa in scienze e tecnologie agrarie

Vacche di razza Podolica all'abbeverata - foto R. T. Procopio®Sono definite razze rustiche quelle razze autoctone italiane a spiccata rusticità e adattabilità ambientale e alimentare; poco selezionate se non per recuperarne la popolazione, allevate con sistema di allevamento semibrado o brado-estensivo, senza ausilio di stalle e di ricoveri. Altra loro prerogativa sono le produzioni non molto generose in quantità, seppure impagabili per qualità e tipicità. Tra le razze bovine più tipicamente rustiche ricordiamo la Podolica e la Maremmana, che dal 1982 si fregiano del marchio "5R" delle Razze italiane da carne pregiata (Consorzio Ccbi; clicca qui). Altre razze rustiche sono, per citarne alcune, le capre Girgentana e Rustica calabrese (sino al 2008 denominata Sciara Calabrese), i suini Nero dei Nebrodi e Nero Calabrese, le capre Orobica e Bionda dell'Adamello, la bovina Rendena e molte altre ancora, che potrete trovare qui.

Leggi tutto...
 
Le vacche? Ci tengono davvero all'igiene della pelle!

di Carla De Benedictis, dottoressa in veterinaria (*)

Da qualche anno a questa parte si fa un gran parlare di benessere animale, per fortuna. Se chiediamo ad un semplice consumatore cosa lui intende per benessere, la risposta più comune sarà legata allo stato fisico dell’animale, cioè ben nutrito, pulito, con acqua e cibo a disposizione. I modelli di riferimento sono quelli che si basano su ciò che abbiamo sempre visto: la mucca nella stalla, le pecore al pascolo, le galline nel pollaio. I consumatori di prodotti biologici pensano invece che gli animali godano di quella libertà che in un allevamento convenzionale non si ha. Il tema della libertà è molto sentito. 

Leggi tutto...
 
Allevamento al pascolo: il benessere per gli animali e la salute per l’uomo

di Francesca Pisseri, dottoressa in veterinaria (*)

Allevare animali da latte in modo che possano nutrirsi prevalentemente di erba garantisce loro un ottimo livello di benessere, potendo essi espletare in tal modo e appieno la propria natura; inoltre, se il pascolamento è bene gestito, tramite opportune rotazioni, il vantaggio si rivela doppio, in quanto in tal modo si consente di tutelare gli ecosistemi delle praterie.

Leggi tutto...
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 Succ. > Fine >>

Pagina 5 di 6
Banner
Banner
Banner

01. Zootecnia

02. Lattiero-casearia

Archivio generale rubrica tecnica