Piemonte: indennità compensativa per i produttori di montagna

Casa di montagna in abbandono in Valsangone - foto Marzia Verona©Buone notizie per le aziende di montagna piemontesi: arrivano dalla Gazzetta Ufficiale della Regione Piemonte, che ha pubblicato il bando di gara per ottenere l’indennità compensativa, destinata per l’appunto ai produttori operanti nelle zone montane.

L’entità complessiva del provvedimento ammonta a 12 milioni di euro: un aiuto tangibile per territori che negli anni hanno subìto un progressivo spopolamento e il conseguente declino, o abbandono. Il provvedimento, previsto nell’ambito del Programma di Sviluppo Rurale 2014-2020 (Misura 13-Operazione 13.1.1), è stato salutato dall’assessore allo Sviluppo della Montagna, Alberto Valmaggia, che in una nota stampa ha confermato l’impegno dell’amministrazione regionale a “contrastare e ridurre l’abbandono delle terre alte”.

Villaggi di montagna e baite, un bene da tutelare per scongiurare la loro perdita - foto scattata in Valle Po da Marzia Verona©Le indennità vengono erogate di anno in anno (quest’anno domande ammesse sino al 15 maggio) in base agli ettari di superficie utilizzati, per compensare - in tutto o in parte - i costi aggiuntivi sostenuti e i mancati guadagni dovuti ai vincoli e alle difficoltà che il produrre nelle zone montane portano con sé.

Il contributo viene erogato in base a due criteri: la classe di svantaggio delle superfici - classificata di entità “bassa”, “media”, “medio-alta” e “alta” - a seconda dell’altitudine e della pendenza, e il sistema agricolo riferito alla gravità del vincolo che pregiudica le attività, e al tipo di coltura (legno, seminativo, prati permanenti, pascoli).

Il finanziamento per le aree sotto i 20 ettari è totale (100%); da 20 a 40 ettari si riduce al 70%; da 40 a 70 ettari al 40%; da 70 a 100 ettari (massima superficie ammessa) al 10%. Un taglio del contributo del 60% è previsto per le aziende di pianura che utilizzano il pascolo in alpeggio nella stagione estiva.

Per informazioni si può contattare il Settore Sviluppo della Montagna e Cooperazione Transfrontaliera-sede di Cuneo via e-mail (vedi in basso) oppure attraverso il sito web della Regione Piemonte

Nel commentare più in dettaglio il provvedimento, l’assessore Valmaggia ha sottolineato che «Attraverso questo provvedimento ci proponiamo di incentivare l’uso continuativo delle superfici agricole nelle terre alte, la cura dello spazio naturale e il mantenimento e la promozione dei sistemi di produzione sostenibili, in modo da contrastare e ridurre l’abbandono dei territori. Il già consistente importo reso disponibile potrebbe essere ancora incrementato in base alle domande che arriveranno».

 

23 aprile 2018

per maggiori informazioni scrivere a:  Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Il bando della Regione Piemonte è consultabile cliccando qui

 

Commenti (1)Add Comment
...
scritto da Redazione Qualeformaggio.it, aprile 23, 2018
#### COMMENTI SOSPESI ###

Per motivi tecnici inerenti la preparazione del nostro nuovo portale web, i commenti sono sospesi.

La Redazione di Qualeformaggio.it

Scrivi un commento
diminuisci le dimensioni del form | aumenta le dimensioni del form

security code
Trascrivi i caratteri che vedi qui sopra


busy