Italia

Vipiteno: se il latte è Heumilch il prodotto light non ha senso

foto Latteria Vipiteno©La Latteria di Vipiteno, storica cooperativa altoatesina forte di seicento soci conferitori, inaugura il suo 2019 con una novità che riguarda il segmento di punta della propria gamma: quello degli yogurt.

 

Leggi tutto...
 
Grana Padano e lisozima “scappato” (dalle etichette): la protesta si allarga e crea clamore

foto Pixabay©A volte la perseveranza paga: a forza di insistere, di battersi affinché la verità e la giustizia si affermino, il tamtam mediatico prodotto da alcune testate giornalistiche (tra cui la nostra, leggi qui e qui) e in particolar modo da alcuni quotidiani reggiani, ha portato i primi risultati. Stiamo parlando dell’inqualificabile vicenda che - nel silenzio assordante mantenuto per mesi da tutti i media nazionali - ha portato al declassamento del lisozima da conservante a coadiuvante tecnologico, per il solo Grana Padano (perché mai solo per quello, se quel conservante è utilizzato in tutti i formaggi prodotti da animali alimentati a silo-mais fermentato?).

 

Leggi tutto...
 
Concast: un cogeneratore riduce i problemi (ambientali) a valle. Ma è ciò che accade a monte a non piacerci

I massimi esponenti del Concast, del mondo cooperativo e della politica trentina all'inaugurazione del modernissimo cogeneratore Samso - foto Concast©

 

È stato inaugurato mercoledì scorso, 5 novembre, nell’impianto produttivo Trentingrana Concast di Spini di Gardolo, a Trento, il moderno cogeneratore che migliorerà la “carbon footprint” (letteralmente l’“impronta di carbonio”, un parametro con cui si stimano le emissioni di gas serra) del latte e del formaggio lì prodotti. “Un impegno per l’ambiente”, racconta il comunicato stampa dell’azienda, “che consentirà la riduzione di emissioni per 650 tonnellate di C02 all’anno e un risparmio di energia primaria pari al 24%”.

 

Leggi tutto...
 
In.Al.Pi.: fenomenologia di un brand che dal piano guarda il monte per poi veder... le stelle (Michelin)

foto dalla pagina Facebook di In.Al.Pi.©Cosa vorrà mai dire "Inalpi"? Sino a pochi anni fa, quando nel 2010 l’azienda iniziava a produrre tonnellate di latte in polvere per la Ferrero di Alba, il consumatore non doveva neanche chiederselo, perché nel nome dell’azienda di Moretta (nella bassa cuneese, a 262 metri sul livello del mare) figuravano correttamente tre punti, dopo le tre sillabe “In”, “Al” e “Pi”. Sillabe di un acronimo che stavano (e stanno) a significare semplicemente “Industria Alimentare Piemontese”.

 

Leggi tutto...
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 2 di 142