Italia

Roma? La città con l’assessora all’ambiente che di animali ne sa poco e niente

   Le pecore mangiano erba. Lo dovrebbero sapere anche i bambini, certo, ma oggi non è così scontato: in un Paese e in una società in cui le distanze tra il mondo rurale e le città sono sempre più profonde, questa ipotesi risulta quantomeno improbabile. A ricordarselo, per quanto a fasi alterne, sono però gli amministratori pubblici, che si interessano al mondo pastorale quando hanno bisogno di curare il verde comunale o demaniale (vuoi mettere l’erba tagliata a regola d’arte?, ndr), per poi tornare ad occuparsi - loro malgrado - dei pastori quando le loro greggi chiedono di attraversare le aree pubbliche (e questo perché le pecore, una volta mangiato, hanno il “difetto” di defecare, ndr).

Leggi tutto...
 
Etichette: una guida online fa chiarezza sulle nuove norme

   Come molti dei nostri lettori sapranno, la legislazione in materia di sicurezza e di etichettatura dei prodotti alimentari è stata di recente modificata. La nuova normativa, emanata a livello europeo e nazionale, ha creato un quadro giuridico complesso, che comporta alcuni importanti adeguamenti da parte delle imprese. Ma anche qualche rischio, soprattutto per le aziende più piccole e meno strutturate, a volte indotte in errore, per la difficoltà di interpretare le norme introdotte.

Leggi tutto...
 
Mercato Italia: il latte uht al primo posto segna la crisi dei valori

   Come per tutte le ricerche di mercato, qualcosa di opinabile si registra anche in quella appena pubblicata sulle vendite del settore lattiero-caseario in Italia, condotta dal Rem-Lab (Centro di ricerca su Retailing e Marketing) dell'Università Cattolica di Milano e divulgata da Assolatte. Ancora una volta vi sono ritratti gli italiani e i loro stili di vita. Consumatori che spendono 6,5 miliardi di euro nel lattiero-caseario in ipermercati, supermercati e pubblici esercizi per comperare innanzitutto latte uht (al primo posto con 961 milioni di euro di vendite e il 15% del giro d'affari complessivo del settore lattiero-caseario), mozzarelle (809 milioni di euro, pari; 12,4% del giro d'affari totale) e latte fresco (715 milioni di euro, con poco meno dell’11% del totale).

Leggi tutto...
 
Premi latte di qualità: trentotto gli indagati in provincia di Brescia

foto IZSLER©Il “sistema latte” bresciano, fiore all’occhiello della Regione Lombardia, è nel'occhio del ciclone: 37 allevatori sono stati indagati per aver avuto accesso ai premi per la qualità del latte pur non avendone titolo, grazie alla complicità - così sembrerebbe - del direttore del Laboratorio di Produzione Primaria del Centro Latte (Giuseppe Bolzoni, indagato anch’esso) presso la locale sede dell’IZSLER (Istituto Zooprofilattico Sperimentale Lombardia ed Emilia Romagna).

Leggi tutto...
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 7 di 140