Italia

Grana e Parmigiano a pascolo zero, ma il digestato va a mille!

   A pochi giorni dalle bacchettate mediatiche rimediate dagli animalisti di CiWF (l'associazione "Compassion in World Farming") i due Consorzi di Tutela di Parmigiano Reggiano e Grana Padano si sono ritrovati giorni fa - dopo qualche tempo che ciò non accadeva - accomunati in un’iniziativa pubblica, denominata “Convegno Formativo Life Dop”.

Leggi tutto...
 
''Agnelli trucidati'': la denuncia animalista è una bufala

   Ogni anno, per Pasqua e Natale, lo stupidario animalista si mette in mostra con la periodica litania sugli animali uccisi senza pietà per conto del cosiddetto “specismo onnivoro”. Ogni anno - e dall’era dei social network in maniera sempre più forte - amici degli animali d’ogni genere fanno a gara per “salvare” qualche “agnellino”, acquistandone a centinaia e condannandoli a qualche destino assai poco felice e naturale, se non più tribolato (qualcuno ha poi visto arieti o agnelloni nei giardini di questi personaggi? e allora, che fine hanno fatto?) di quel che il mondo rurale avrebbe loro riservato.

Leggi tutto...
 
Irricevibili le richieste di CiWF per Parmigiano e Grana Padano

Una delle immagini del video di denuncia di CiWF contro i sistemi produttivi di Grana Padano e Parmigiano ReggianoDopo aver lanciato nelle scorse settimane la discutibile iniziativa denominata “Italia a Pascolo Zero” (visto che di pascolo l’Italia ne ha, ndr), i responsabili di CiWF, l’associazione che ogni anno conferisce alle industrie il premio “Benessere Animale”, hanno deciso di attaccare i due maggiori sistemi produttivi lattiero-caseari del nostro Paese - quello del Grana Padano e del Parmigiano Reggiano - facendo palesare criticità e limiti che, a dispetto della rilevanza economica e dell’immagine costruita nel tempo da essi, sono legati alla produzione intensiva di latte.

Leggi tutto...
 
Vicenza: mano leggera del giudice per un caso di aflatossine

Campo di mais ad uso zootecnico colpito da aflatossineOgni anno, nei Paesi dell’Unione Europea, centinaia di allerta alimentari Rasff portano al richiamo (e ai successivi sequestro e distruzione) di un’infinità di derrate alimentari, per le più disparate cause: dai metalli pesanti oltre i limiti massimi ammessi ai pezzi di vetro finiti chissà come nel cibo, alle zoonosi come escherichia coli e salmonella, solo per citarne alcune.

Leggi tutto...
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 1 di 127