Estero

Contrabbando: la Russia dice no e punta a produrre in proprio

Un'immagine della Duma. Molti parlamentari eluderebbero l'embargo, procurandosi formaggi europei di contrabbando - foto Eurobank.er - Creative Commons LicenseI formaggi europei e il mercato russo sono ancora una volta al centro dell’attenzione sulla scena internazionale, dopo le rivelazioni del quotidiano agricolo svizzero Schweizer Bauer (riprese dall’agenzia Sputnik News), che denuncia un importante fenomeno di contrabbando caseario. Fenomeno che, ad una settimana di distanza dallo scandalo che ha investito i parlamentari russi (leggi qui), accusati di procacciarsi impunemente una parte dei formaggi illegali, aggrava il quadro di una situazione grottesca, oltre ogni legittima previsione.

Leggi tutto...
 
WCA: 38 premi per il Parmigiano. Tra gli outsider brilla Pacitti

Un Bronzo al World Cheese Award per il Conciato di Picinisco dell'Azienda Agricola Pacitti LoretoLa Nazionale del Parmigiano Reggiano torna a vincere come nessun altro in una delle maggiori competizioni casearie mondiali, il "World Cheese Awards", nel contesto del "Bbc Good Food Show" tenutosi a Londra da giovedì 16 a ieri, 19 novembre, conquistando la gran parte delle medaglie (38: 3 Super-Gold, 11 Gold, 16 Silver e 8 Bronze) assegnate ai caseifici del nostro Paese.

Leggi tutto...
 
La Cina ci ripensa: riaprono le frontiere ai formaggi con le muffe

Camembert, Brie, ma anche Taleggio e Gorgonzola potranno tornare a circolare sul mercato cineseLa settimana scorsa ha registrato la sorprendente marcia indietro delle autorità sanitarie cinesi, che ad un mese e mezzo di distanza dai provvedimenti restrittivi sui formaggi con muffe in crosta e in pasta, sono tornate sui loro passi, annullando una misura restrittiva che a metà settembre era stata comunicata con grande enfasi e risolutezza.

Leggi tutto...
 
Lactalis lancia il latte di pascolo. Con dieci mucche per ettaro

   L'Europa del latte prosegue il suo cammino verso una sempre maggiore diversificazione merceologica, sotto la spinta di operatori stranieri, in primo luogo realtà di base francesi e inglesi (cooperative, associazioni) che si organizzano esaltando la qualità reale dei loro latti, soprattutto nei contesti produttivi più idonei, vale a dire nelle aree geografiche in cui la cultura del pascolamento (come in Bretagna e nel Somerset, ad esempio) è diffusa e radicata.

Leggi tutto...
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 2 di 45