Estero

Parmigiano: flop delle vendite per colpa di un'etichetta nata male

altSette Paesi del Vecchio Continente, Italia in testa, tornano a contestare alla Commissione Europea l'opportunità dell'etichetta a semaforo, adottata in Gran Bretagna dal 98% della Gdo. Lo strumento, che utilizza codici cromatici dei coloriverde, giallo e rosso, a seconda del contenuto di grassi, grassi saturi, sale e zuccheri, ha provocato nel periodo 2013-2015 un netto calo delle vendite a prodotti come il Prosciutto di Parma (-17% in valore e -14% in volume) e il Parmigiano Reggiano (rispettivamente -7% e -13%).

Leggi tutto...
 
Danone e Système U in soccorso dei produttori di latte francesi

La sede della Danone a Parigi - foto Tangopaso - Creative Commons License©Mentre in Italia la crisi del latte si radicalizza attorno a sterili recriminazioni e vacui proclami, in Francia ancora una volta le idee e lo spirito di iniziativa circolano, per cercare di fare un minimo sistema e di salvare il salvabile. Idee e iniziative che non giungono dalla classe politica (in qualcosa ci assomigliamo, ndr), bensì dagli operatori del settore: la Danone e la Système U, cooperativa operante nella Gdo. Le due aziende hanno annunciato in diverse sedi e momenti - la prima mercoledì scorso, la seconda giovedì - due distinte iniziative, tese entrambe a ricreare le condizioni minime per salvare il maggior numero possibile di stalle del proprio Paese.

Leggi tutto...
 
Legno nel Parmesan: negli Usa accade e non sempre è truffa

foto: Organic Autorithy©Giro di vite della Food and Drug Administration contro molti produttori di Parmesan fabbricati e commercializzati negli Stati Uniti, colpevoli di eccedere nell'uso di cellulosa e pasta di legno nelle miscele di formaggi impropriamente confezionati come "Grated Parmesan" o "100% Grated Parmesan". A darne notizia, martedì scorso 16 febbraio, è stato il quotidiano finanziario americano Bloomberg, e la notizia - com'era prevedibile - è rimbalzata di testata in testata, facendo letteralmente il giro del mondo.

Leggi tutto...
 
Il mercato svizzero del latte segna il passo: -1,5% nel 2015

   Nel 2015 i contadini svizzeri hanno prodotto 3,37 milioni di tonnellate di latte; in percentuale l'1,5% in meno rispetto al 2014. Il fenomeno, che si ripete da anni, porta ora gli analisti elvetici a parlare di una vera e propria tendenza, che coincide con la complessiva riduzione del numero di aziende, per quanto la dimensione media delle stesse sia in aumento.

Leggi tutto...
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 8 di 42