C'è anche l’export nel futuro della Heumilch Schweiz

   La Coop Svizzera ha deciso di puntare in maniera forte sul latte fieno (heumilch, da fieni svizzeri) e sull’ampliamento e la promozione della gamma dei derivati, lanciando una nuova linea di prodotti che escludono dall’alimentazione delle bovine gli insilati e gli ogm. Alla base della produzione c’è l’impegno degli allevatori, che devono soddisfare i requisiti del programma di benessere degli animali indicato dall'Ufficio Federale dell'Agricoltura Svizzera: in estate le vacche debbono passare almeno ventisei giorni al mese sui pascoli, mentre in inverno vengono alimentate con fieni locali. Durante tutto l’anno debbono poter uscire dalla stalla, in un’area commisurata alla loro naturale necessità di movimento.

Coop Svizzera sottolinea inoltre un elemento di grande valore, per una proposta orientata al mercato della Gdo, vale a dire che la diversità di erba e pascoli svizzeri garantisce al prodotto un suo gusto distinto, che è variabile nel corso dell’anno, in ragione di cosa le vacche mangeranno (erba nei vari stadi vegetativi, integrata quindi da percentuali variabili di concentrati vegetali locali, e fieni anch’essi mai uguali a sé stessi).

 

Tutti i prodotti “Heumilch” venduti dalla Coop Svizzera sono riconoscibili grazie all'etichetta dell’omonima associazione, che indica i requisiti ai quali i produttori di latte e i trasformatori devono conformarsi. A differenza di quanto purtroppo accade in Italia, in situazioni diverse da Heumilch ma apparentemente simili, un organismo indipendente controlla regolarmente la conformità con queste linee guida.

L'architettura commerciale
L’architettura commerciale attuata da Coop Svizzera prevede una retribuzione del latte che garantisce al contadino 73 centesimi per ogni litro di latte, ben più di quanto viene incassato per il latte convenzionale, il che per un prodotto che deve costare meno all’allevatore (che acquista meno mangimi e ha meno costi di veterinaria e farmaci) è sufficiente per mantenere vivo l’interesse di chi produce.

Da quando ha avviato la vendita di latte “Heumilch”, la Coop Svizzera ha registrato un incremento delle vendite del 3,1% nel 2017, con un fatturato complessivo di 29,2 miliardi di franchi svizzeri e con vendite al dettaglio in aumento del 1,4%.

La nuova gamma “Heumilch” di Coop Svizzera comprende il latte, i formaggi e il burro ed è disponibile presso tutti i principali supermercati a marchio Coop presenti nel Paese.

Un produttore ambizioso, con idee chiare
Nel commentare i buoni risultati raggiunti, il direttore generale della Verein Heumilch Schweiz (Associazione Latte del Fieno Svizzera) di Lucerna, André Bernet, ha dimostrato idee chiare e ambiziose: «Non vogliamo rimanere un realtà di nicchia. Dobbiamo puntare a produrre 100 milioni di chilogrammi di latte fieno, vale a dire 10 milioni di chilogrammi in più rispetto ad oggi. Questo ci darà la possibilità di esportare il prodotto con successo».

 

21 maggio 2018
 

Commenti (1)Add Comment
...
scritto da Redazione Qualeformaggio.it, maggio 21, 2018

#### COMMENTI SOSPESI ###

Per motivi tecnici inerenti la preparazione del nostro nuovo portale web, i commenti sono sospesi.

La Redazione di Qualeformaggio.it

Scrivi un commento
diminuisci le dimensioni del form | aumenta le dimensioni del form

security code
Trascrivi i caratteri che vedi qui sopra


busy