CacioRicette Rubrica in collaborazione con...
In collaborazione con cinque tra le più interessanti food-blogger italiane, una rubrica settimanale per sostenere i formaggi di animali al pascolo: più buoni al palato e per la salute
kytts
...e altri selezionati food-blog
Crackers al Formai de Mut e miele

Pizze e focacce

Tempo di preparazione: 20'

Tempo di cottura: 10'

Ingredienti ricetta

per quattro persone:

  220 gr di farina 1 (semintegrale)

  1 cucchiaino di bicarbonato

  3/4 di cucchiaino di sale marino

  integrale

  120 gr di acqua pura

leggi tutto

 

  80 gr di olio extravergine d'oliva

  100 gr di Formai de Mut

  4 cucchiai di miele liquido

  1 cucchiaio di foglie di timo

  fior di sale q.b.

I formaggi del pascolo

Sulla superiorità dei formaggi prodotti da latte di animali al pascolo

Vantaggi per l'ambiente, per la società e per la salute - Consumare formaggi prodotti da latte di animali allevati al pascolo - oltre a sostenere delle piccole realtà produttive strategiche dal punto di vista ambientale,

leggi tutto

culturale e del presidio del territorio - aiuta a mantenersi in buona salute, godendo del piacere di prodotti superiori anche dal punto di vista organolettico. Perché rinunciarvi?

Il formaggio di questa ricetta

Formaggio utilizzato:
Formai de Mut Dop
Peso: 6 kg
Lato: 35 cm
Scalzo: 8 cm
Stagionatore e rivenditoreLatteria Sociale di Branzi
 - Branzi (BG)

Archivio ricette


 

 una ricetta di www.ilpastonudo.it

Questi crackers sono molto versatili: potete utilizzarli come antipasto quando avete qualcuno a cena, per uno snack tra un pasto e l'altro oppure per un aperitivo con gli amici. Potete anche provare a prepararli in anticipo semplicemente togliendoli dalla seconda infornata (dopo averci messo il formaggio) un minuto prima e rimettendoli in forno per un minuto prima di servirli, aggiungendo all'ultimo momento il miele, il timo fresco e il sale.

Preparazione

Per prima cosa preriscaldate il forno a 230°C e posizionate la griglia del forno a metà, poggiandoci sopra la pietra refrattaria (quella che si usa per fare il pane).

Grattugiate il Formai de Mut (o se preferite che rimangano i pezzettini tritatelo grossolanamente con il coltello) e mettetelo da parte.

Setacciate la farina con il sale e il bicarbonato in una ciotola grande. Praticate un buco nella farina con le dita e versate nel centro l'olio e tre quarti dell'acqua; mescolate con un cucchiaio (o con le mani) come si fa con il pane inserendo sempre più farina nella mistura di acqua e olio fino a quando si forma un impasto; aggiungete l'acqua rimanente solo se vedete che la farina riesce ad assorbirla.

Otterrete un impasto decisamente morbido e poco maneggevole; impastatelo un po' su un ripiano di legno e poi lasciatelo riposare una decina di minuti. Trascorso questo tempo, dividete l'impasto in quattro parti uguali, poi prendete un foglio di carta forno e disegnate una croce con il braccio verticale di 30 centimetri e con quello orizzontale di 16 centimetri; girate il foglio al contrario e posizionatelo sul ripiano, poi prendete una pallina di impasto, dategli una forma allungata e stendetela sul piano con le mani dandogli una forma ovale fino a quando non sarà lunga come la croce verticale e larga come quella orizzontale.

Non importa se non sarà perfettamente piatto, anzi meglio se la stesura è irregolare: nei punti dove schiaccerete di più l'impasto sarà più cotto e croccante, in quelli più altini sarà più cedevole.

Fate scivolare la carta forno con l'impasto su una pala per infornare o, se non ce l'avete, su un grosso piatto... piatto, e poi da lì direttamente sulla pietra refrattaria nel forno. Lasciate cuocere cinque o sei minuti, fino a quando il crackerone non sarà dorato. Intanto dedicatevi al timo: sciacquatelo, asciugatelo e asportate le foglioline dai rametti lasciandone qualcuno così com'è per decorare i crackers quando li servirete.

Tirate un attimo il crackerone fuori dal forno (lasciandolo acceso) e spargeteci sopra più uniformemente possibile un quarto del Formai de Mut che avevate preparato in precedenza, poi rimettete tutto in forno e lasciate cuocere ancora tre o quattro minuti, fino a quando non vedrete i bordi e i punti più schiacciati scurirsi un pochino. A questo punto sfornate, aspettate qualche minuto che si intiepidisca e cospargete con un cucchiaio di miele (il miele perde tutte le sue capacità nutritive se viene scaldato oltre una certa temperatura), con le foglioline di timo, e finite con un po' di fior di sale.

Spezzate il crackerone in quattro parti con le mani o, se volete dei cracker più precisi, con un coltello affilato, e servite tiepidi. Ripetete l'operazione con le altre tre dosi di impasto, ricordandovi di scrollare ogni volta via dalla carta forno (la riutilizzate, veroooo?) il formaggio dell'infornata precedente, altrimenti brucerà.

Vuoi leggere l'introduzione a questa ricetta sul sito dell'autrice? Allora clicca qui!

13 giugno 2012

Scopri tutto sulla superiorità dei formaggi da animali al pascolo: clicca qui!