CacioRicette Rubrica in collaborazione con...
In collaborazione con cinque tra le più interessanti food-blogger italiane, una rubrica settimanale per sostenere i formaggi di animali al pascolo: più buoni al palato e per la salute

Pasto nudo
...e altri selezionati food-blog
Crocchette di fagioli Badda di Polizzi e Bitto storico

Piatto unico

Tempo di preparazione: 20'
Tempo di cottura: 10' per le crocchette; 1h per fagioli e patate

Ingredienti ricetta

 

per due persone:

100 gr di patate di montagna
50 gr di fagioli Badda di Polizzi
50 gr di Bitto storico "Valli del Bitto"
burro q.b.
un uovo
sale marino q.b.

I formaggi del pascolo

Sulla superiorità dei formaggi prodotti da latte di animali al pascolo

I benefici nutrizionali - In sintesi, i prodotti derivati da animali "al pascolo" (allevati secondo la pratica della zootecnia estensiva) offrono molti benefici a chi se ne nutra:
Vitamine A ed E - Importanti,

leggi tutto

oltre che per le specifiche azioni vitaminiche, anche per le proprietà antiossidanti

Cla - L'acido linoleico coniugato ha effetti fisiologici importantissimi: è anticancerogeno, antiossidante, antinfiammatorio, e influisce positivamente sul rapporto tra massa magra e massa grassa dell'individuo
Acido butirrico - È un grasso polinsaturo con la proprietà di agire da antidiabetico e di contrastare l'insorgenza dei tumori del colon
Omega 3 - Sono acidi grassi polinsaturi essenziali, così detti perché il nostro organismo non è in grado di sintetizzarli. Hanno effetto antitrombotico, sono importanti nel controllo della pressione arteriosa e del livello plasmatico dei lipidi e, infine, garantiscono una buona elasticità alle pareti arteriose, una protezione del cuore e del sistema circolatorio in generale
Antiossidanti - Sono sostanze in fondamentali per contrastare la formazione di radicali liberi e le reazioni di ossidazione.

Copyright Comunica di Stefano Mariotti® http://www.qualeformaggio.it/
Divieto di riproduzione totale o parziale senza consenso scritto

Il formaggio di questa ricetta

 

Formaggio utilizzato:

Bitto storico
delle Valli del Bitto

Stagionatura: un anno
Diametro: 45 cm
Scalzo: 12 cm

Peso: 12 kg

Selezionatore e rivenditore:
Latteria Sociale di Branzi - Branzi
tel. 0345.71074
 

Archivio ricette


 

 una ricetta di www.sereincucina.blogspot.it

Quando è arrivato a casa nostra il Bitto storico è stata una sorpresa bellissima: da tempo aspettavamo di assaggiarlo. Quello vero, fatto con latte di mucche e capre al pascolo, senza contaminazioni di alcun tipo, nessun mangime, nessun artificio.

Quello che ti aspetteresti di trovare in ogni formaggio, ma che purtroppo non è. Il Bitto storico l’ho trovato sublime: morbido, saporito, intenso. Uno dei migliori formaggi che abbia mai mangiato. L’accostamento con il grano saraceno sarebbe stato scontato. E allora ho pensato di abbinarlo ad un’altra eccellenza tutta italiana: il fagiolo Badda di Polizzi. Da nord a sud, il piatto unisce tutto il nostro Paese in una strepitosa crocchetta, deliziosa e saporitissima.

Ideale per un aperitivo o come piatto unico, come nel nostro caso, per un pranzo primaverile in giardino. Unica controindicazione: creano dipendenza. La prossima volta dovrò infatti ricordarmi di raddoppiare le dosi! ;)

Preparazione


La sera prima, mettere in ammollo una mangiata di fagioli Badda di Polizzi. La mattina, sgocciolarli e farli bollire per 1 ora in acqua non salata. Nonostante la lunga cottura, resteranno belli croccanti.

Pelare la patata, tagliarla a spicchi e farla bollire per circa 25 minuti in acqua bollente non salata.

Schiacciare la patata e i fagioli e unirvi il Bitto storico precedentemente grattugiato e l’uovo. Amalgamare bene il tutto fino ad ottenere un impasto morbido, aggiustare di sale.

In una padellina fare sciogliere qualche ciuffo di burro e quando è bello caldo, aggiungere l’impasto a cucchiaiate. Fare cuocere a fuoco basso, rigirando di tanto in tanto le crocchette.

Tamponare le crocchette con carta assorbente e servire ben calde.

Vuoi leggere l'introduzione a questa ricetta sul sito dell'autrice? Allora clicca qui! :)

 

4 giugno 2014

 

Scopri tutto sulla superiorità dei formaggi da animali al pascolo: clicca qui!