CacioRicette
Rubrica in collaborazione con...
In collaborazione con cinque tra le più interessanti food-blogger italiane, una rubrica settimanale per sostenere i formaggi di animali al pascolo: più buoni al palato e per la salute

Pasto nudo
...e altri selezionati food-blog

Semisfere al cioccolato e Conciato Romano

Dessert

Tempo di preparazione: 10'

Tempo di riposo: 4h

Ingredienti ricetta

per quattro persone:

  200 ml di panna fresca

  200 gr cioccolato fondente 60%

  80 gr di Conciato Romano

  2 cucchiaini di miele

  cacao amaro in polvere q.b.

 

I formaggi del pascolo

Sulla superiorità dei formaggi prodotti da latte di animali al pascolo

Migliori al palato - Immaginate di essere in un bel prato spontaneo fiorito, nel pieno della primavera, e di strappare un ciuffo d'erba, di strofinarla con le mani, e di portarla al naso e respirare.

leggi tutto

Pensate poi, allo stesso modo, di avvicinare le vostre narici ad un sacchetto di mangime e di sentire l'odore che ha il suo contenuto.
Ecco, una delle differenze tra un prodotto derivato da un allevamento estensivo - o brado - ed uno intensivo - o industriale - è facile coglierla. La ricchezza aromatica propria dell'alimentazione animale (o la sua povertà) sarà rintracciabile nel prodotto finale, carne o latte che sia, e nei relativi derivati, insaccati e formaggi. Ed è per questo che i formaggi originati da allevamenti intensivi (stalla > insilati, unifeed*, mangimi) hanno una ricchezza gustativa assai meno interessante di quelli che nascono da una conduzione zootecnica estensiva (pascolo nella buona stagione, stalla in quella avversa > fieno, erba medica, qualche integrazione naturale), sempre che il latte venga poi valorizzato da una adeguata buona lavorazione.
______________

* La tecnica "unifeed" o del "piatto unico" (dall'inglese "unique feed" > alimento unico) è utilizzata esclusivamente all’interno degli allevamenti intensivi ad alta produzione e consiste nel miscelare le diverse materie prime della dieta mediante l’uso del carro miscelatore e nel somministrarle una volta giorno in un unico impasto, senza alcuna possibilità da parte degli animali di selezionare gli alimenti

Copyright Comunica di Stefano Mariotti® http://www.qualeformaggio.it/
Divieto di riproduzione totale o parziale senza consenso scritto

Il formaggio di questa ricetta

Formaggio utilizzato:

Conciato Romano
Stagionatura: 8 mesi
Diametro: 6-8 cm
Scalzo: 5-6 cm
Peso: 100-180 gr

Produttore: Azienda Agrituristica Le Campestre - Castel di Sasso (CE)

Archivio ricette


 

una ricetta di www.mypaneburroemarmellata.com

Sensazioni particolari, emozione… questo è ciò che trasmette questa ricetta. Il formaggio che la caratterizza è il Conciato Romano, particolarissimo, dalla grande personalità e piccantezza abbastanza pronunciata. È stato un privilegio assaggiarlo e utilizzarlo in cucina, ottenendo un dolce dalla struttura semplice, ma dal gusto intensissimo, un’esplosione di sapori che partendo dalle note speziate del formaggio lasciano poi spazio al gusto intenso del cioccolato… Davvero impossibile resistere!

Preparazione

Fate sciogliere il formaggio nella panna in un pentolino a bagnomaria. Portate ad ebollizione.

Fuori dal gas, unite il miele ed il cioccolato tagliato a pezzetti. Fate sciogliere ed amalgamare bene il tutto.

 

Versate il composto così ottenuto in 4 stampi a semisfera e ponete in frigo a rapprendere per 4 ore.

 

Sformateli, spolverizzateli bene di cacao e poneteli in freezer. Prima di servire, lasciateli 10 minuti a temperatura ambiente in modo che riprendano la loro giusta consistenza e gusto.

 

Ottimi se serviti con un filo di miele sciolto a bagnomaria.

 
Vuoi leggere l'introduzione a questa ricetta sul sito dell'autrice?  Allora clicca qui!

27 febbraio 2013

Scopri tutto sulla superiorità dei formaggi da animali al pascolo: clicca qui!