CacioRicette
Rubrica in collaborazione con...
In collaborazione con cinque tra le più interessanti food-blogger italiane, una rubrica settimanale per sostenere i formaggi di animali al pascolo: più buoni al palato e per la salute

kytts
...e altri selezionati food-blog

Tortino di asparagi su fonduta di caciotta di capra

Contorno

Tempo di preparazione: 20'

Tempo di cottura: 30'

Ingredienti ricetta

per quattro persone

  - per il tortino:

  200 gr di patate lessate

  150 gr di asparagi lessati
  un uovo
  50 gr di Parmigiano-Reggiano
  sale e pepe q.b.

leggi tutto

- per la fonduta:

  100 gr di caciotta di capra

   50 ml di latte

I formaggi del pascolo

Sulla superiorità dei formaggi prodotti da latte di animali al pascolo

I benefici nutrizionali - In sintesi, i prodotti derivati da animali "al pascolo" (allevati secondo la pratica della zootecnia estensiva) offrono molti benefici a chi se ne nutra:
Vitamine A ed E - Importanti,

leggi tutto

oltre che per le specifiche azioni vitaminiche, anche per le proprietà antiossidanti

Cla - L'acido linoleico coniugato ha effetti fisiologici importantissimi: è anticancerogeno, antiossidante, antinfiammatorio, e influisce positivamente sul rapporto tra massa magra e massa grassa dell'individuo
Acido butirrico - È un grasso polinsaturo con la proprietà di agire da antidiabetico e di contrastare l'insorgenza dei tumori del colon
Omega 3 - Sono acidi grassi polinsaturi essenziali, così detti perché il nostro organismo non è in grado di sintetizzarli. Hanno effetto antitrombotico, sono importanti nel controllo della pressione arteriosa e del livello plasmatico dei lipidi e, infine, garantiscono una buona elasticità alle pareti arteriose, una protezione del cuore e del sistema circolatorio in generale
Antiossidanti - Sono sostanze in fondamentali per contrastare la formazione di radicali liberi e le reazioni di ossidazione.

Copyright Comunica di Stefano Mariotti® http://www.qualeformaggio.it/
Divieto di riproduzione totale o parziale senza consenso scritto

Il formaggio di questa ricetta

Formaggio utilizzato:
Caciotta di capra a latte crudo
Peso: 600 gr
Diametro: 16 cm
Scalzo: 8 cm
ProduttoreFattoria Ma' Falda Località Prodo - Orvieto (TR)

Archivio ricette


 

 una ricetta di www.mypaneburroemarmellata.com

Siamo nell'ultimo mese in cui poter godere degli asparagi ed è un peccato, perché il loro sapore - vivo ma delicato - si adatta bene in cucina permettendo accostamenti di tutto rispetto, senza scadere nella consuetudine.
L'asparago è uno dei miei preferiti tra le verdure, così come la caciotta di capra lo è tra i formaggi, e allora, cosa fare quando si hanno a disposizione due dei prodotti che si mangiano con maggior piacere? Beh... non so cosa fareste voi, ma io li ho rielaborati ottenendo un risultato delicatissimo ma gustoso: un semplice tortino ammorbidito con una fondutina di caciotta, che dona all'insieme un aroma davvero molto buono e… goloso!

Il formaggio di oggi è sorprendente per come mantiene intatte in cottura le sue note di latte crudo, molto importanti nella fonduta, che gioca un ruolo determinante nel piatto.

Preparazione

Preriscaldare il forno a 180°. Imburrare 4 stampini per tortino e rivestire conpangrattato. Tagliare gli asparagi a tocchetti, avendo cura di lasciarne le punte intere, che verranno usate come decorazione del piatto. Schiacciare poi le patate ed aggiungere l'uovo sbattuto, gli asparagi ed il parmigiano grattugiato. Aggiustare di sale e pepe.A questo punto versare il composto negli stampi precedentemente imburrati, livellarlo ed infornare per 30 minuti circa o fino a quando non si formerà una crosticina dorata in superficie.

Fonduta

Mettere a sciogliere la caciotta con il  latte. Far andare dolcemente fino a che il formaggio non è completamente ridotto in crema.

 

Assemblaggio

 

Sul piatto, versare due cucchiai di fonduta. Disporvi su il tortino; decorare con le punte di asparagi ed un po’ di fonduta.

 

Vuoi leggere l'introduzione a questa ricetta sul sito dell'autrice?  Allora clicca qui!

6 giugno 2012

Scopri tutto sulla superiorità dei formaggi da animali al pascolo: clicca qui!