CacioRicette Rubrica in collaborazione con...
In collaborazione con cinque tra le più interessanti food-blogger italiane, una rubrica settimanale per sostenere i formaggi di animali al pascolo: più buoni al palato e per la salute

Qualcosadirosso
...e altri selezionati food-blog
Vignarola rivisitata con Pecorino di Picinisco

Secondo piatto

Tempo di preparazione: 20'

Ingredienti ricetta

per due persone:
2 carciofi
150 gr di piselli
150 gr di fave
150 gr di punte di asparagi
1 scalogno
200 gr di Pecorino di Picinisco
olio extra vergine d'oliva
sale marino

I formaggi del pascolo

Sulla superiorità dei formaggi prodotti da latte di animali al pascolo

Vantaggi per l'ambiente, per la società e per la salute - Consumare formaggi prodotti da latte di animali allevati al pascolo - oltre a sostenere delle piccole realtà produttive strategiche dal punto di vista ambientale,

leggi tutto

culturale e del presidio del territorio - aiuta a mantenersi in buona salute, godendo del piacere di prodotti superiori anche dal punto di vista organolettico. Perché rinunciarvi?

Il formaggio di questa ricetta

Formaggio utilizzato: Pecorino di Picinisco a latte crudo da animali al pascolo

Stagionatura: 4 mesi
Diametro: 15-16 cm
Scalzo: 7-8 cm
Peso: 380-400 g

Produttore: Azienda Agricola Pacitti - Picinisco (FR)

Archivio ricette


 

 una ricetta di www.kittyskitchen.it

 La primavera a tavola è un tripudio di verdure; nel Lazio la vignarola è una preparazione molto comune e ricca di tutti gli ortaggi tipici di questa stagione.
La sua versione tradizionale prevede l’utilizzo del guanciale e qui è rivisitata in chiave vegetariana, con un formaggio, tipicamente laziale anche lui: il Pecorino di Picinisco, che prima di essere unito alle verdure viene leggermente grigliato, e che accompagna queste verdure più che egregiamente!

Preparazione

Lavare e pulire tutte le verdure. Eliminare dai carciofi le foglie esterne e poi tagliare la punta più dura, lasciare i carciofi in acqua e limone. Intanto aprire le fave e sbollentarne i semi per 10 secondi in acqua in ebollizione, scolarli in acqua fredda ed eliminare la pellicina che li riveste.

 

Sgranare i piselli e pulire gli asparagi, conservando solo le puntine (per evitare scarti eccessivi, un consiglio: impugnandone uno alla volta con le due mani, e flettendolo si spezzerà in due: da una parte la porzione più dura e fibrosa, dall'altra quella più tenera).

 

Bollire i carciofi per 10 minuti in acqua e poi scolarli e tagliarli in 6 spicchi.

 

 In una padella scaldare l’olio con lo scalogno tritato e aggiungere tutte le verdure insieme con i carciofi sbollentati. Lasciare le verdure cuocere a fiamma vivace per circa 5 minuti, aggiungere poco sale, ma non andare troppo oltre con la cottura: le verdure devono rimanere croccanti.

 

A questo punto grigliare il pecorino su una gratella ben calda, poi trasferire il formaggio sulla vignarola e… buon appetito!

Vuoi leggere l'introduzione a questa ricetta sul sito dell'autrice? Allora clicca qui!

2 maggio 2013

Scopri tutto sulla superiorità dei formaggi da animali al pascolo: clicca qui!