CacioRicette Rubrica in collaborazione con...
In collaborazione con cinque tra le più interessanti food-blogger italiane, una rubrica settimanale per sostenere i formaggi di animali al pascolo: più buoni al palato e per la salute (le blogger torneranno a pubblicare nel prossimo autunno)

Qualcosadirosso
...e altri selezionati food-blog
Farfalle con pomodoro, rughetta e ricotta semistagionata

Primi piatti

Tempo di preparazione: 5'

Tempo di cottura: 20'

Ingredienti ricetta

per due persone:

160 gr di farfalle
300 gr di pomodori da sugo
200 gr rughetta selvatica
100 gr di ricotta dura di pecora
200 gr di cipolla dorata
olio extravergine d'oliva
peperoncino piccante
sale marino
 

I formaggi del pascolo

Sulla superiorità dei formaggi prodotti da latte di animali al pascolo

Migliori per l'organismo - La differenza che meno salta all'occhio, comparando i prodotti caseari derivanti dalle due zootecnie - estensiva o al pascolo ed intensiva o industriale - è quella maggiormente importante,

leggi tutto

se si pensa che al di là del piacere della buona tavola, mangiamo anche o soprattutto per nutrirci. Dal punto di vista dei macrocomponenti - proteine e grassi - i formaggi delle due "famiglie" sono assai simili tra di loro, e le differenze salienti vanno ricercate nelle componenti cosiddette "secondarie", in quanto a "peso", ma decisive per l'apporto nutrizionale offerto: vitamina A ed E, antiossidanti naturali, acido linoleico coniugato (Cla), acido butirrico e Omega3, a cui si affiancano i terpeni, responsabili degli aromi.

Anni e anni di ricerca hanno dimostrato senza ombra di dubbio che dette componenti sono presenti in misura straordinariamente maggiore nei formaggi prodotti dal latte di animali allevati al pascolo.

Copyright Comunica di Stefano Mariotti® http://www.qualeformaggio.it/
Divieto di riproduzione totale o parziale senza consenso scritto

Il formaggio di questa ricetta

Ricotta di pecora semistagionata
Stagionatura: 2-3 settimane
Diametro: 12-13 cm
Scalzo: 6-7 cm
Peso: 350-400 gr ca.

Produttore:
Azienda Agricola Tanda - Potere Paterno
Monterotondo Marittino (GR
)

telefoni: 0566.917042 - 333.9617571 - 339.4544154


 

Archivio ricette


 

 una ricetta della nostra Redazione
   È proprio vero: conoscere le erbe spontanee aiuta non poco e non solo a preparare delle salutari tisane, ma anche a cucinare delle buone ricette. Un'erba che conosciamo tutti è la rughetta (o ruchetta o rucola che dir si voglia), che ha il suo habitat naturale nei terreni fertili e sabbiosi, dalla pianura alla media collina: nulla a che vedere con quella coltivata.

Complici le prime passeggiate primaverili, non sarà difficile procurarsene un bel mazzo per regalarsi un primo piatto coi fiocchi: pochi ingredienti ma buoni e soddisferete voi stessi e i vostri commensali.

Preparazione

altLavare bene la rughetta e tagliarla grossolanamente. Affettare finemente la cipolla e farla rosolare dolcemente in un poco di olio extravergine d'oliva con una punta di peperoncino piccante. Aggiungere i pomodori da sugo, privati della buccia e tagliati grossolanamente. Salare e far cuocere, a fiamma bassa. Girare di tanto in tanto.

Un quarto d'ora prima che il sugo sia pronto, mettere a bollire l'acqua per la pasta in una pentola di dimensioni adeguate e in abbondante acqua. Appena questa bollirà, tuffarvi la rughetta, salare e attendere che torni in ebollizione per cuocervi anche la pasta.

Una volta cotta, scolarla, condire con il sugo ben caldo, ricotta dura, servire in tavola e… buon appetito!

29 aprile 2015

Scopri tutto sulla superiorità dei formaggi da animali al pascolo: clicca qui!