CacioRicette Rubrica in collaborazione con...
In collaborazione con cinque tra le più interessanti food-blogger italiane, una rubrica settimanale per sostenere i formaggi di animali al pascolo: più buoni al palato e per la salute

Pasto nudo
...e altri selezionati food-blog
Canederli di pecorino stagionato Tiu Ettori in brodo

Primo piatto

Tempo di preparazione: 60'
Tempo di cottura: 15-20'

Ingredienti ricetta

per quattro persone:

225 gr di pane raffermo
150 gr di latte intero fresco
mezza cipolla
un cucchiaio di burro chiarificato
150 gr di pecorino Tiu Ettori stagionato
qualche rametto di timo serpillo
tre uova
sale marino integrale
pepe nero in grani
noce moscata
qualche cucchiaio di farina semintegrale
2 lt di brodo
 

I formaggi del pascolo

Sulla superiorità dei formaggi prodotti da latte di animali al pascolo

Migliori per l'organismo - La differenza che meno salta all'occhio, comparando i prodotti caseari derivanti dalle due zootecnie - estensiva o al pascolo ed intensiva o industriale - è quella maggiormente importante,

leggi tutto

se si pensa che al di là del piacere della buona tavola, mangiamo anche o soprattutto per nutrirci. Dal punto di vista dei macrocomponenti - proteine e grassi - i formaggi delle due "famiglie" sono assai simili tra di loro, e le differenze salienti vanno ricercate nelle componenti cosiddette "secondarie", in quanto a "peso", ma decisive per l'apporto nutrizionale offerto: vitamina A ed E, antiossidanti naturali, acido linoleico coniugato (Cla), acido butirrico e Omega3, a cui si affiancano i terpeni, responsabili degli aromi.

Anni e anni di ricerca hanno dimostrato senza ombra di dubbio che dette componenti sono presenti in misura straordinariamente maggiore nei formaggi prodotti dal latte di animali allevati al pascolo.

Copyright Comunica di Stefano Mariotti® http://www.qualeformaggio.it/
Divieto di riproduzione totale o parziale senza consenso scritto

Il formaggio di questa ricetta

Pecorino canestrato "Tiu Ettori" stagionato
Stagionatura: sei mesi
Diametro: 16-20 cm
Scalzo: 11-13 cm
Peso: 3 kg. ca.

Produttore:
Monzitta e Fiori società semplice agricola
Tula (SS)
www.monzittafioriformaggi.it
telefoni: 333.2707140 - 338.7295824

Archivio ricette


 

 una ricetta di www.ilpastonudo.it

Il bello dei canederli è che si possono preparare con calma e in anticipo tutti gli ingredienti, anzi questo è proprio il modo giusto di procedere. Sono adattissimi per la stagione fredda, soprattutto in questa versione con il pecorino stagionato Tiu Ettori(*) e con tanto tanto timo serpillo, che aiuta a fronteggiare eventuali influenze in arrivo ed ha anche effetti positivi sulla digestione.

Preparazione

Tagliate il pane a dadini piccoli, metteteli in una grande, versateci sopra il latte che avrete intiepidito, mescolate bene in modo che tutti i cubetti siano ben intrisi, coprite e mettete da parte per una mezz’oretta. Staccate le foglioline di timo dai rametti e tritatele un pochino con il coltello. Tagliate a cubetti piccoli il pecorino e mettetelo in un’altra ciotolina.

Scaldate il burro in un pentolino fino a quando non sarà ben sciolto; aggiungete la cipolla che avrete tagliato a dadini molto piccoli, e lasciatela dorare un po’. Poi togliete il pentolino dal fuoco e mettete anche questo da parte. Quando il composto si sarà intiepidito riprendete la ciotola con il pane, che nel frattempo dovrebbe aver assorbito tutto il latte, e versatelo dentro mescolando meglio possibile, insieme alle uova, al timo e ai cubetti di formaggio. Unite una bella presa di sale, un po’ di pepe grattugiato sul momento, una grattata di noce moscata, e impastate bene, anche con le mani, cercando di creare un composto bello denso. Aggiungete un po’ di farina per addensarlo ulteriormente; deve essere abbastanza duro per poter formare delle polpettone grandi come delle grosse albicocche.

Mettete sul fuoco una grossa pentola con il brodo; intanto che arriva a ebollizione, inumiditevi le mani e formate dodici canederli. A questo punto dovete solo abbassare la fiamma, adagiare i canederli nell’acqua e lasciarli cuocere per una quindicina di minuti.

Prima però vi consiglio di fare una prova con una piccola pallina d’impasto per essere sicuri che non si disfi durante la cottura. Se non dovesse tenere non dovrete fare altro che aggiungere qualche cucchiaio di farina all’impasto e riprovare.

Adagiate due o tre canederli fumanti per ogni piatto, aggiungete un paio di mestoli di brodo, qualche altra fogliolina di timo e una spolverata di pepe. E benvenuti nel mese di Dicembre :-)

Vuoi leggere l'introduzione a questa ricetta sul sito dell'autrice? Allora clicca qui!

 

3 dicembre 2014

Vuoi acquistare i formaggi della società agricola Monzitta e Fiori? Fallo su questo stesso sito: clicca qui. Li riceverai comodamente a casa tua!

(*) Tiu Ettori è un formaggio pecorino da latte di animali al pascolo, prodotto dalla società agricola Monzitta e Fiori di Tula. L'azienda è dedita alla produzione di pecorini prodotti giornalmente dal solo latte aziendale con animali alimentati quasi esclusivamente ad erba e foraggi del territorio (vengono somministrate talvolta modeste integrazioni a base di cereali schiacciati o sfarinati), rispettando il ciclo produttivo degli animali. La produzione viene sospesa dal novembre al febbraio, in corrispondenza  con il periodo di asciutta che prepara le pecore ai nuovi parti. L'azienda, che aderisce all'ANFoSC (Associazione Nazionale Formaggi Sotto il Cielo), esegue periodicamente le analisi del profilo degli acidi grassi, a garanzia del valore nutraceutico dei propri prodotti.

Scopri tutto sulla superiorità dei formaggi da animali al pascolo: clicca qui!