CacioRicette Rubrica in collaborazione con...
In collaborazione con cinque tra le più interessanti food-blogger italiane, una rubrica settimanale per sostenere i formaggi di animali al pascolo: più buoni al palato e per la salute (le blogger torneranno a pubblicare dalla seconda metà di novembre 2014)

Qualcosadirosso
...e altri selezionati food-blog
Rigatoni giganti alla crema di broccoli e pecorino Tiu Ettori semistagionato

Primi piatti

Tempo di preparazione: 5'

Tempo di cottura: 25' circa

Ingredienti ricetta

per quattro persone:
600 gr di broccoli italici o calabresi
350 gr di rigatoni giganti
100 gr di pecorino Tiu Ettori semistagionato
due spicchi di aglio
mezzo peperoncino piccante
olio extravergine d'oliva
sale marino fino
sale marino grosso

 

I formaggi del pascolo

Sulla superiorità dei formaggi prodotti da latte di animali al pascolo

Migliori al palato - Immaginate di essere in un bel prato spontaneo fiorito, nel pieno della primavera, e di strappare un ciuffo d'erba, di strofinarla con le mani, e di portarla al naso e respirare.

leggi tutto

Pensate poi, allo stesso modo, di avvicinare le vostre narici ad un sacchetto di mangime e di sentire l'odore che ha il suo contenuto.
Ecco, una delle differenze tra un prodotto derivato da un allevamento estensivo - o brado - ed uno intensivo - o industriale - è facile coglierla. La ricchezza aromatica propria dell'alimentazione animale (o la sua povertà) sarà rintracciabile nel prodotto finale, carne o latte che sia, e nei relativi derivati, insaccati e formaggi. Ed è per questo che i formaggi originati da allevamenti intensivi (stalla > insilati, unifeed*, mangimi) hanno una ricchezza gustativa assai meno interessante di quelli che nascono da una conduzione zootecnica estensiva (pascolo nella buona stagione, stalla in quella avversa > fieno, erba medica, qualche integrazione naturale), sempre che il latte venga poi valorizzato da una adeguata buona lavorazione.
______________

* La tecnica "unifeed" o del "piatto unico" (dall'inglese "unique feed" > alimento unico) è utilizzata esclusivamente all’interno degli allevamenti intensivi ad alta produzione e consiste nel miscelare le diverse materie prime della dieta mediante l’uso del carro miscelatore e nel somministrarle una volta giorno in un unico impasto, senza alcuna possibilità da parte degli animali di selezionare gli alimenti

Copyright Comunica di Stefano Mariotti® http://www.qualeformaggio.it/
Divieto di riproduzione totale o parziale senza consenso scritto

Il formaggio di questa ricetta

Pecorino canestrato "Tiu Ettori" semistagionato
Stagionatura: tre mesi
Diametro: 18-22 cm
Scalzo: 12-15 cm
Peso: 3,2 kg. ca.

Produttore:
Monzitta e Fiori società semplice agricola
Tula (SS)
www.monzittafioriformaggi.it
telefoni: 333.2707140 - 338.7295824

 

Archivio ricette


 

 una ricetta di Stefano Mariotti

Una delle prime verdure autunno-vernine a comparire sulle bancarelle dei mercati è il broccolo italico, più comunemente detto calabrese. Ricca di potassio, sali minerali e acido folico, questa verdura garantisce un buon apporto di fibre, calcio, ferro, fosforo e vitamina C. Studi scientifici hanno inoltre accertato le sue proprietà anticancro, antibatteriche, antinfiammatorie e antiossidanti. Il suo gusto deciso si sposerà a meraviglia con il carattere del formaggio: dolce e intenso al tempo stesso.

Preparazione

Mondare i broccoli delle parti più dure, tagliarli grossolanamente e lavarli per poi cuocerli al vapore. Contemporaneamente, in una padella di dimensioni adeguate, far scaldare a fuoco moderato due spicchi di aglio mondati e mezzo peperoncino piccante in olio extravergine d'oliva. Una volta pronti, mentre la pasta cuoce, stufate i broccoli nella padella salandoli e girandoli di tanto in tanto. Quando saranno ben insaporiti, togliere l'aglio, frullarli facendone una crema e condirvi la pasta.

Chi preferisca saltare la pasta in padella avrà l'accortezza di mantenerla al dente e di conservare dell'acqua di cottura, da usare per far sì che il condimento resti cremoso. Il tocco finale lo darà il pecorino stagionato a pasta dura Tiu Ettori(*)grattugiato finemente. Girare ben bene e servire subito a tavola, dove il pecorino grattugiato grossolanamente sarà a disposizione per chi ne voglia aggiungere.

29 ottobre 2014

(*) Tiu Ettori è un formaggio pecorino da latte di animali al pascolo, prodotto dalla società agricola Monzitta e Fiori di Tula. L'azienda è dedita alla produzione di pecorini prodotti giornalmente dal solo latte aziendale con animali alimentati quasi esclusivamente ad erba e foraggi del territorio (vengono somministrate talvolta modeste integrazioni a base di cereali schiacciati o sfarinati), rispettando il ciclo produttivo degli animali. La produzione viene sospesa dal novembre al febbraio, in corrispondenza  con il periodo di asciutta che prepara le pecore ai nuovi parti. L'azienda, che aderisce all'ANFoSC (Associazione Nazionale Formaggi Sotto il Cielo), esegue periodicamente le analisi del profilo degli acidi grassi, a garanzia del valore nutraceutico dei propri prodotti.

Scopri tutto sulla superiorità dei formaggi da animali al pascolo: clicca qui!