CacioRicette Rubrica in collaborazione con...
In collaborazione con cinque tra le più interessanti food-blogger italiane, una rubrica settimanale per sostenere i formaggi di animali al pascolo: più buoni al palato e per la salute

Pasto nudo
...e altri selezionati food-blog
Lasagna con Strachitunt salvia e noci

Primo piatto

Tempo di preparazione: 60'
Tempo di cottura: 30'

Ingredienti ricetta

per quattro persone:

300 gr di Strachitunt
sfoglie di lasagna di farro
500 ml di latte intero fresco
40 gr di burro
40 gr di farina semintegrale
sale marino integrale
pepe nero in grani
noce moscata
otto noci
 

I formaggi del pascolo

Sulla superiorità dei formaggi prodotti da latte di animali al pascolo

I benefici nutrizionali - In sintesi, i prodotti derivati da animali "al pascolo" (allevati secondo la pratica della zootecnia estensiva) offrono molti benefici a chi se ne nutra:
Vitamine A ed E - Importanti,

leggi tutto

oltre che per le specifiche azioni vitaminiche, anche per le proprietà antiossidanti

Cla - L'acido linoleico coniugato ha effetti fisiologici importantissimi: è anticancerogeno, antiossidante, antinfiammatorio, e influisce positivamente sul rapporto tra massa magra e massa grassa dell'individuo
Acido butirrico - È un grasso polinsaturo con la proprietà di agire da antidiabetico e di contrastare l'insorgenza dei tumori del colon
Omega 3 - Sono acidi grassi polinsaturi essenziali, così detti perché il nostro organismo non è in grado di sintetizzarli. Hanno effetto antitrombotico, sono importanti nel controllo della pressione arteriosa e del livello plasmatico dei lipidi e, infine, garantiscono una buona elasticità alle pareti arteriose, una protezione del cuore e del sistema circolatorio in generale
Antiossidanti - Sono sostanze in fondamentali per contrastare la formazione di radicali liberi e le reazioni di ossidazione.

Copyright Comunica di Stefano Mariotti® http://www.qualeformaggio.it/
Divieto di riproduzione totale o parziale senza consenso scritto

Il formaggio di questa ricetta

Formaggio utilizzato:
Strachitunt Dop

Peso: 4 kg
Diametro: 28 cm
Scalzo: 9-10 cm
Selezionatore e rivenditore:
Latteria Sociale di Branzi - Branzi (BG)

Archivio ricette


 

 una ricetta di www.ilpastonudo.it

Questa volta ho optato per un piatto completamente diverso da quello precedente, più fresco e leggero. Andiamo incontro all’autunno e ho pensato di proporvi una magnifica lasagna di farro (con bordi croccanti!) ripiena di noci e formaggio e profumata di salvia. Una cosa irresistibile, giuro, ma dovete mangiarci insieme tanta frutta e verdura crude, affinché il pasto sia ben bilanciato.

Preparazione

Per prima cosa tagliate lo Strachitunt a dadini, sgusciate le noci e tritatele grossolanamente a coltello, e mettete tutto da parte in due ciotole separate.

Preparate la besciamella; fate sciogliere il burro in un pentolino medio, versateci dentro la farina e fatela tostare con l’aiuto di un cucchiaio di legno piatto all’estremità (vecchio trucco insegnatomi in tempi non sospetti da un’emiliana di quelle serie). Il grado di tostatura decidetelo voi, ma non lasciate assumere al composto un colore troppo scuro se volete una besciamella digeribile.

Aggiungete poi il latte che avrete già scaldato a parte, un pizzico di sale, una macinata di pepe e una grattugiata di noce moscata, e lasciate addensare; se usate la pasta cruda lasciate la besciamella bella liquida così si cuocerà meglio; io ho preferito sbollentare prima qualche minuto le sfoglie, lasciandole asciugare un pochino su uno strofinaccio pulito.

Quando avete preparato tutto, preriscaldate il forno a 200°C, munitevi di teglia rettangolare (io ne ho usata una di ceramica) unta bene con un po’ d’olio, mescolate i dadini di formaggio alla besciamella e cominciate a comporre la lasagna, adagiando le sfoglie sul fondo, aggiungendo poi uno strato di besciamella, qualche foglia di salvia (io le ho tagliate a striscioline) e un po’ di noci spezzettate, poi ancora uno strato di lasagne e così via, fino ad arrivare all’ultimo strato, sul quale spargerete i condimenti rimasti.

 

Infornate per una mezz’oretta, o fino a quando la lasagna non avrà un aspetto dorato e un profumo delizioso, e servite immediatamente. È buona pure riscaldata! :-P

 

Vuoi leggere l'introduzione a questa ricetta sul sito dell'autrice? Allora clicca qui!

 

17 settembre 2014

Scopri tutto sulla superiorità dei formaggi da animali al pascolo: clicca qui!