CacioRicette Rubrica in collaborazione con...
In collaborazione con cinque tra le più interessanti food-blogger italiane, una rubrica settimanale per sostenere i formaggi di animali al pascolo: più buoni al palato e per la salute

Qualcosadirosso
...e altri selezionati food-blog
Ravioli di Strachitunt con peperone, menta e briciole di pane tostato

Primo piatto

Tempo di preparazione: 40'
Tempo di cottura: 7'

Ingredienti ricetta

per due persone

per la pasta:
un uovo
due tuorli d'uovo
75 gr di farina di grano duro
100 gr (o più) di farina di grano tenero
acqua q.b.
un filo d'olio extravergine d'oliva

 

altri ingredienti:
un grosso peperone giallo
70 gr di Strachitunt Dop
due-tre foglie di menta (piperita o glaciale)
olio extra vergine d'oliva
aceto di vino bianco
sale, pepe
pane secco sbriciolato e tostato

I formaggi del pascolo

Sulla superiorità dei formaggi prodotti da latte di animali al pascolo

Vantaggi per l'ambiente, per la società e per la salute - Consumare formaggi prodotti da latte di animali allevati al pascolo - oltre a sostenere delle piccole realtà produttive strategiche dal punto di vista ambientale,

leggi tutto

culturale e del presidio del territorio - aiuta a mantenersi in buona salute, godendo del piacere di prodotti superiori anche dal punto di vista organolettico. Perché rinunciarvi?

Il formaggio di questa ricetta

Formaggio utilizzato:
Strachitunt Dop

Peso: 4 kg
Diametro: 28 cm
Scalzo: 9-10 cm
Selezionatore e rivenditore:
Latteria Sociale di Branzi - Branzi (BG)

 

Archivio ricette


 

 una ricetta di www.qualcosadirosso.com

In questa stagione, il re dell'orto è per me il peperone. In particolare quello giallo: intenso, solare, polposo e pieno di gusto. Questa descrizione potrebbe calzare anche per lo Strachitunt: è un formaggio erborinato che viene stagionato pochi mesi, quanto basta per sviluppare le muffe che ne caratterizzano il sapore.

A ripieno intenso occorre rispondere con condimento altrettanto intenso: ero indecisa se mettere lo Strachitunt dentro o fuori, ma per evitare di manipolare troppo entrambi gli ingredienti ho optato per la soluzione più rispondente alla natura di questi due eccezionali protagonisti. E la menta? Conferisce una freschezza unica al piatto, smorzando un po' l'intensità del formaggio.

Preparazione

Tagliare il peperone a metà, appoggiarlo a pancia in giù su una placca rivestita di carta forno, cuocerlo a 180 gradi per 30 minuti circa, quindi spellarlo immediatamente, metterlo in una ciotola e coprirlo con un coperchio: mentre si fanno le altre operazioni rilascerà del liquido che *non* va buttato via.

Versare le farine su una spianatoia, fare un buco al centro e versarvi le uova con un pizzico di sale. Cominciare ad impastare, quindi aggiungere l'olio, un goccio d'acqua se serve e dell'altra farina fino ad ottenere un impasto liscio, elastico ma sodo. Mentre la pasta riposa, preparare un pennello e un bicchiere d'acqua nonché dei vassoi spolverati di farina per appoggiare i ravioli.

Tagliare il peperone a cubetti regolari, condire con sale, pepe, olio extravergine e pochissimo aceto, unirvi una julienne finissima di foglie di menta ed il "succo" di peperone che si sarà formato nella ciotola.

Preparare il ripieno dei ravioli schiacciando il formaggio per amalgamarlo bene, e formando 12-15 palline grandi come una nocciola col guscio.

Stendere la pasta ed appoggiarvi il ripieno schiacciandolo bene: dovrà risultare molto sottile. Chiudere i ravioli e cuocerli per 5/7 minuti. Scolare, spennellare di olio extravergine e servire con abbondante condimento di peperone e briciole di pane tostate (in una padella appena unta d'olio): il gusto dello Strachitunt è molto intenso, e può essere bilanciato solo da un condimento piuttosto deciso.

Vuoi leggere l'introduzione a questa ricetta sul sito dell'autrice? Allora clicca qui!

 

18 giugno 2014

Scopri tutto sulla superiorità dei formaggi da animali al pascolo: clicca qui!