CacioRicette Rubrica in collaborazione con...
In collaborazione con cinque tra le più interessanti food-blogger italiane, una rubrica settimanale per sostenere i formaggi di animali al pascolo: più buoni al palato e per la salute

kytts
...e altri selezionati food-blog
Zuppa alla valdostana con cavolo nero e Formagella di Collio

Piatto unico

Tempo di preparazione: 20'
Tempo di cottura: 90'

Ingredienti ricetta

 

per due persone:

un mazzo di cavolo nero
4 fette grandi di pane di segale, di qualche giorno
400 gr di Formagella di Collio d'alpeggio, semistagionata
acqua pura
olio extravergine d'oliva
sale marino integrale
pepe nero in grani polvere di cannella
 

I formaggi del pascolo

Sulla superiorità dei formaggi prodotti da latte di animali al pascolo

I benefici nutrizionali - In sintesi, i prodotti derivati da animali "al pascolo" (allevati secondo la pratica della zootecnia estensiva) offrono molti benefici a chi se ne nutra:
Vitamine A ed E - Importanti,

leggi tutto

oltre che per le specifiche azioni vitaminiche, anche per le proprietà antiossidanti

Cla - L'acido linoleico coniugato ha effetti fisiologici importantissimi: è anticancerogeno, antiossidante, antinfiammatorio, e influisce positivamente sul rapporto tra massa magra e massa grassa dell'individuo
Acido butirrico - È un grasso polinsaturo con la proprietà di agire da antidiabetico e di contrastare l'insorgenza dei tumori del colon
Omega 3 - Sono acidi grassi polinsaturi essenziali, così detti perché il nostro organismo non è in grado di sintetizzarli. Hanno effetto antitrombotico, sono importanti nel controllo della pressione arteriosa e del livello plasmatico dei lipidi e, infine, garantiscono una buona elasticità alle pareti arteriose, una protezione del cuore e del sistema circolatorio in generale
Antiossidanti - Sono sostanze in fondamentali per contrastare la formazione di radicali liberi e le reazioni di ossidazione.

Copyright Comunica di Stefano Mariotti® http://www.qualeformaggio.it/
Divieto di riproduzione totale o parziale senza consenso scritto

Il formaggio di questa ricetta

 

Formaggio utilizzato:

Formagella di Collio d'alpeggio, a pasta semidura

Stagionatura: un mese
Diametro: 20 cm
Scalzo: 5 cm

Peso: 600 gr

 

Selezionatore: Formaggi TreValli
San Colombano - Collio Valtrompia (BS)
www.formaggitrevalli.it
telefono: 030.927292

 

Archivio ricette


 

 una ricetta di www.ilpastonudo.it

Per questa ricetta, che come quasi tutti i migliori piatti che abbiamo in Italia nasce dal recupero degli “scarti” della cucina, dovete usare un buon pane nero di segale, tagliato a fette da fresco e poi lasciato indurire qualche giorno. È assolutamente perfetta per questo periodo freddo: vi riporterà alla vita anche se avete trascorso tutto il giorno sotto la pioggia :-)

Preparazione

 

Togliete la parte più duretta delle coste al cavolo nero, lavatelo e mettetelo a bagno in acqua ghiacciata, poi mettete sul fuoco una pentola grande piena d’acqua e portatela a ebollizione. Affettate sottilmente la Formagella di Collio e mettetela da parte.

 

Fate bollire le foglie di cavolo per tre quarti d’ora, poi scolatele e tenete da parte la loro acqua. Intanto friggete le fette di pane in una padella di ferro con il fondo coperto d’olio (vanno bene anche tostate, ma la zuppa sarà un po’ meno saporita). Nel frattempo scaldate il forno a 160°C in modalità statica.

 

Prendete una piccola teglia di ceramica da forno con i bordi un po’ alti, adagiate sul fondo due fette di pane, ricopritele con uno strato di foglie di cavolo nero tagliate in modo grossolano, spolveratele di sale e di pepe macinato al momento, aggiungete qualche fetta di Formagella di Collio, poi fate un secondo strato di pane e cavolo nero, salate e pepate di nuovo e finite con altre fette di Formagella. Infine, spolverate con pochissima cannella e aggiungete l’acqua nella quale ha bollito il cavolo, fino a coprire il tutto.

 

Infornate e lasciate cuocere la zuppa per un’ora e mezza, quindi servitela caldissima in un piatto fondo.

 

Vuoi leggere l'introduzione a questa ricetta sul sito dell'autrice? Allora clicca qui!

 

15 gennaio 2014

 

Scopri tutto sulla superiorità dei formaggi da animali al pascolo: clicca qui!