CacioRicette
Rubrica in collaborazione con...
In collaborazione con cinque tra le più interessanti food-blogger italiane, una rubrica settimanale per sostenere i formaggi di animali al pascolo: più buoni al palato e per la salute

Pasto nudo
...e altri selezionati food-blog
Linguine con zucchine saltate e dadini di Stracchino all'antica

Primo piatto

Tempo di preparazione: 15'

Tempo di cottura: il tempo di cottura della pasta + 2'

Ingredienti ricetta

per due persone:
200 gr di linguine
3-4 zucchine medie
fiori di zucca
Stracchino all'antica
menta fresca
pepe in grani
1 spicchio d'aglio
olio extravergine d'oliva
vino bianco

I formaggi del pascolo

Sulla superiorità dei formaggi prodotti da latte di animali al pascolo

Migliori per l'organismo - La differenza che meno salta all'occhio, comparando i prodotti caseari derivanti dalle due zootecnie - estensiva o al pascolo ed intensiva o industriale - è quella maggiormente importante,

leggi tutto

se si pensa che al di là del piacere della buona tavola, mangiamo anche o soprattutto per nutrirci. Dal punto di vista dei macrocomponenti - proteine e grassi - i formaggi delle due "famiglie" sono assai simili tra di loro, e le differenze salienti vanno ricercate nelle componenti cosiddette "secondarie", in quanto a "peso", ma decisive per l'apporto nutrizionale offerto: vitamina A ed E, antiossidanti naturali, acido linoleico coniugato (Cla), acido butirrico e Omega3, a cui si affiancano i terpeni, responsabili degli aromi.

Anni e anni di ricerca hanno dimostrato senza ombra di dubbio che dette componenti sono presenti in misura straordinariamente maggiore nei formaggi prodotti dal latte di animali allevati al pascolo.

Copyright Comunica di Stefano Mariotti® http://www.qualeformaggio.it/
Divieto di riproduzione totale o parziale senza consenso scritto

Il formaggio di questa ricetta

Stracchino all'antica delle Valli Orobiche
Peso: 800 gr
Lato: 20 cm
Scalzo: 4,5 cm
Stagionatura: 3 mesi
Distributore: Latteria Sociale di Branzi - Branzi (BG)

Archivio ricette


 

 una ricetta di www.ilpastonudo.it

Con un'atmosfera bollente come quella di questi giorni le zucchine sono perfette. Sono piene di sali minerali, a condizione però di non  stracuocerle. Ho preferito aggiungere questo stracchino dal sapore leggermente piccante alla fine della cottura, per mantenere la  consistenza e per preservare la sua origine "cruda".

Preparazione
Mettete a scaldare in padella a fuoco bassissimo lo spicchio d'aglio schiacciato e scamiciato.
Intanto lavate, asciugate e affettate le zucchine, che dovranno essere freschissime e croccanti (tastate la parte finale - mia madre diceva "il culetto": se è morbida conviene gettarle, sono vecchie e con tutta probabilità saranno amarissime).

Lavate e asciugate anche i fiori di zucca, togliete le spinette che li contornano e tagliate via i gambi e tritateli grossolanamente.

Quando l'aglio avrà un aspetto quasi dorato e tirerà fuori un profumo molto gradevole mettete in padella le zucchine e fatele saltare a fuoco piuttosto allegro per qualche minuto; quando il tutto sfrigola con decisione spruzzate il fondo della padella con un po' di vino bianco e fatelo evaporare; verso la fine della cottura aggiungete anche i fiori tritati, che sono molto delicati e cuoceranno velocemente.

Scolate le linguine al dente lasciando un minimo di acqua di cottura, versatele nella padella con il condimento e saltatele per qualche secondo. Cospargete con tre quarti dello stracchino all'antica tagliato a dadini e mescolate.
Impiattate, cospargete con i dadini di stracchino rimanenti, una generosa spolverata di pepe appena macinato e qualche foglia di menta fresca tritata, magari appena colta.

Servite immediatamente! :-)

Vuoi leggere l'introduzione a questa ricetta sul sito dell'autrice? Allora clicca qui!

5 luglio 2012

Scopri tutto sulla superiorità dei formaggi da animali al pascolo: clicca qui!