CacioRicette Rubrica in collaborazione con...
In collaborazione con cinque tra le più interessanti food-blogger italiane, una rubrica settimanale per sostenere i formaggi di animali al pascolo: più buoni al palato e per la salute

Pasto nudo
...e altri selezionati food-blog
Croccante di Bitto storico con nocciole e balsamico

Antipasto

Tempo di preparazione: 5'
Tempo di cottura: 5'

Ingredienti ricetta

per due persone:

140 gr di Bitto storico, stagionato un anno
50 gr di nocciole delle Langhe, tritate
qualche goccia di Aceto Balsamico di Modena Dop

 

I formaggi del pascolo

Sulla superiorità dei formaggi prodotti da latte di animali al pascolo

I benefici nutrizionali - In sintesi, i prodotti derivati da animali "al pascolo" (allevati secondo la pratica della zootecnia estensiva) offrono molti benefici a chi se ne nutra:
Vitamine A ed E - Importanti,

leggi tutto

oltre che per le specifiche azioni vitaminiche, anche per le proprietà antiossidanti

Cla - L'acido linoleico coniugato ha effetti fisiologici importantissimi: è anticancerogeno, antiossidante, antinfiammatorio, e influisce positivamente sul rapporto tra massa magra e massa grassa dell'individuo
Acido butirrico - È un grasso polinsaturo con la proprietà di agire da antidiabetico e di contrastare l'insorgenza dei tumori del colon
Omega 3 - Sono acidi grassi polinsaturi essenziali, così detti perché il nostro organismo non è in grado di sintetizzarli. Hanno effetto antitrombotico, sono importanti nel controllo della pressione arteriosa e del livello plasmatico dei lipidi e, infine, garantiscono una buona elasticità alle pareti arteriose, una protezione del cuore e del sistema circolatorio in generale
Antiossidanti - Sono sostanze in fondamentali per contrastare la formazione di radicali liberi e le reazioni di ossidazione.

Copyright Comunica di Stefano Mariotti® http://www.qualeformaggio.it/
Divieto di riproduzione totale o parziale senza consenso scritto

Il formaggio di questa ricetta

 

Formaggio utilizzato

Bitto storico
Peso: 12-15 kg
Diametro: 40-45 cm
Scalzo: 10-12 cm
Selezionatore e rivenditore:
Latteria Sociale di Branzi - Branzi (BG)

 

Archivio ricette


 

 una ricetta di www.kittyskitchen.it

La ricetta di oggi in realtà è molto semplice, forse anche troppo semplice, ma - devo dire - è davvero uno di quei casi in cui il detto “less is more” si applica alla perfezione. Un formaggio come il Bitto storico (che a differenza del Dop è prodotto senza mangimi, senza fermenti e con il favoloso latte di capre di razza Orobica, ndr), che leggermente scaldato forse offre quanto di più godurioso un formaggio possa offrire, semplicemente abbinato a delle nocciole di ottima qualità, può donare emozioni, vere.

Quella di cui vi parlo oggi quindi è un’idea per gustarlo il più puro possibile, apprezzando i suoi profumi e la sua consistenza avvolgendolo in una crosticina croccante senza aggiunta di altro… se non qualche goccia di vero balsamico extravecchio.

Preparazione

 

Tagliare due generosi pezzi di Bitto storico, da 70 gr l’uno, e regolare la forma che sia a mò di rettangolo 5x2 cm approssimativamente.

Infilare il formaggio su di uno stecco di legno per circa la metà della lunghezza.

Ora disporre i mini-stecchi su di una leccarda da forno e cuocere a 180° per appena cinque minuti.

Toccandoli con un dito devono essere appena morbidi, assolutamente non fusi.

Nel frattempo tostare il padella la granella di nocciole fino a renderla appena dorata.

Quindi prendere il formaggio e passarlo rapidamente nella granella compattandola un poco con le mani.

Servire su di un piatto e cospargere con qualche goccia di balsamico. Mangiare subito.

Vuoi leggere l'introduzione a questa ricetta sul sito dell'autrice? Allora clicca qui!

25 giugno 2014

 

Scopri tutto sulla superiorità dei formaggi da avanimali al pascolo: clicca qui!