CacioRicette Rubrica in collaborazione con...
In collaborazione con cinque tra le più interessanti food-blogger italiane, una rubrica settimanale per sostenere i formaggi di animali al pascolo: più buoni al palato e per la salute
Pasto nudo
...e altri selezionati food-blog
Mini-muffin con Nostrano Valtrompia al profumo di porchetta

Antipasto

Tempo di preparazione: 10'

Tempo di cottura: 20' circa

Ingredienti ricetta


160 gr di Nostrano Valtrompia invernale
140 gr di farina
4 cucchiai di latte intero
40 gr di olio extravergine d'oliva
40 gr di olio di semi di girasole spremuto a freddo
2 uova
2-3 cucchiaini colmi di erbe per porchetta (rosmarino, salvia, fiori e semi di finocchio selvatico)
2 cucchiaini di cremor tartaro con bicarbonato

 

I formaggi del pascolo

Sulla superiorità dei formaggi prodotti da latte di animali al pascolo

I benefici nutrizionali - In sintesi, i prodotti derivati da animali "al pascolo" (allevati secondo la pratica della zootecnia estensiva) offrono molti benefici a chi se ne nutra:
Vitamine A ed E - Importanti,

leggi tutto

oltre che per le specifiche azioni vitaminiche, anche per le proprietà antiossidanti

Cla - L'acido linoleico coniugato ha effetti fisiologici importantissimi: è anticancerogeno, antiossidante, antinfiammatorio, e influisce positivamente sul rapporto tra massa magra e massa grassa dell'individuo
Acido butirrico - È un grasso polinsaturo con la proprietà di agire da antidiabetico e di contrastare l'insorgenza dei tumori del colon
Omega 3 - Sono acidi grassi polinsaturi essenziali, così detti perché il nostro organismo non è in grado di sintetizzarli. Hanno effetto antitrombotico, sono importanti nel controllo della pressione arteriosa e del livello plasmatico dei lipidi e, infine, garantiscono una buona elasticità alle pareti arteriose, una protezione del cuore e del sistema circolatorio in generale
Antiossidanti - Sono sostanze in fondamentali per contrastare la formazione di radicali liberi e le reazioni di ossidazione.

Copyright Comunica di Stefano Mariotti® http://www.qualeformaggio.it/
Divieto di riproduzione totale o parziale senza consenso scritto

Il formaggio di questa ricetta

Formaggio utilizzato:
Nostrano Valtrompia di fondovalle (invernale)
Stagionatura: un mese
Diametro: 30-45 cm
Scalzo: 8-12 cm
Peso: 8-18 kg

 

Selezionatore: Formaggi TreValli
San Colombano - Collio Valtrompia (BS)
www.formaggitrevalli.it
telefono: 030.927292

 

Archivio ricette


 

 una ricetta di www.qualcosadirosso.com

Il Nostrano Valtrompia è uno di quei formaggi gialli, profumati e piccantini assaggiando i quali vien subito l'idea di cucinare un prodotto da forno: la torta di Pasqua umbra, la focaccia col formaggio, e perché no, i muffin.

Quelli che vi presento qui sono una versione “mignon” perché mi piaceva l'idea del bocconcino al formaggio di dimensioni ridotte adatto ad un buffet, un aperitivo, una merenda, un pic-nic, una festa.

E la festa dalle mie parti è spesso onorata con una bella porchetta. In questa ricetta però, della porchetta abbiamo solo gli aromi e i profumi: ho scelto di usare le stesse erbe utilizzate per il maiale con l'intento di esaltare il carattere deciso e armonioso di questo fantastico formaggio. E il risultato, a guardare ora il piatto vuoto, pare proprio che sia riuscito!

Preparazione

Grattugiate 30 grammi di formaggio; il rimanente tagliatelo a dadini, meglio se irregolari.

Mescolare brevemente, con una frusta a mano le uova con gli olii e il latte. Aggiungere la farina, le erbe, il formaggio (sia il grattugiato che quello a dadini), aggiustare di sale e mescolare non troppo a lungo. Unire infine il lievito e mescolare ancora.

 

Disporre il composto a cucchiaiate all'interno di dodici pirottini per muffin o tortine semplici: quelli di silicone non devono essere imburrati, tutti gli altri vanno imburrati e infarinati, oppure rivestiti di carta forno.

Cuocere a 170 gradi per circa venti minuti. Servire tiepidi.

Vuoi leggere l'introduzione a questa ricetta sul sito dell'autrice? Allora clicca qui!

29 gennaio 2014

Scopri tutto sulla superiorità dei formaggi da animali al pascolo: clicca qui!