CacioRicette Rubrica in collaborazione con...
In collaborazione con cinque tra le più interessanti food-blogger italiane, una rubrica settimanale per sostenere i formaggi di animali al pascolo: più buoni al palato e per la salute

kytts
...e altri selezionati food-blog
Falsi ravioli di melanzane con Caciocavallo Podolico, pane e pomodori

Antipasti e finger food

Tempo di preparazione: 30'

Ingredienti ricetta

per due persone:
8-10 grandi fette di melanzana
30-35 gr di di Caciocavallo Podolico
30-35 gr di pane a lievitazione naturale raffermo
un cucchiaio di latte
2-3 pomodori maturi
5-6 olive taggiasche
basilico fresco
olio extravergine d'oliva
sale
aceto di vino bianco

 

I formaggi del pascolo

Sulla superiorità dei formaggi prodotti da latte di animali al pascolo

I benefici nutrizionali - In sintesi, i prodotti derivati da animali "al pascolo" (allevati secondo la pratica della zootecnia estensiva) offrono molti benefici a chi se ne nutra:
Vitamine A ed E - Importanti,

leggi tutto

oltre che per le specifiche azioni vitaminiche, anche per le proprietà antiossidanti

Cla - L'acido linoleico coniugato ha effetti fisiologici importantissimi: è anticancerogeno, antiossidante, antinfiammatorio, e influisce positivamente sul rapporto tra massa magra e massa grassa dell'individuo
Acido butirrico - È un grasso polinsaturo con la proprietà di agire da antidiabetico e di contrastare l'insorgenza dei tumori del colon
Omega 3 - Sono acidi grassi polinsaturi essenziali, così detti perché il nostro organismo non è in grado di sintetizzarli. Hanno effetto antitrombotico, sono importanti nel controllo della pressione arteriosa e del livello plasmatico dei lipidi e, infine, garantiscono una buona elasticità alle pareti arteriose, una protezione del cuore e del sistema circolatorio in generale
Antiossidanti - Sono sostanze in fondamentali per contrastare la formazione di radicali liberi e le reazioni di ossidazione.

Copyright Comunica di Stefano Mariotti® http://www.qualeformaggio.it/
Divieto di riproduzione totale o parziale senza consenso scritto

Il formaggio di questa ricetta

Formaggio utilizzato:
Caciocavallo a latte crudo da vacche di razza Podolica allevate al pascolo

Stagionatura: 6 mesi
Diametro: 15 cm
Altezza: 18 cm
Peso: 2,2 Kg.

Produttore: Allevamento Federico Varallo - Alfedena (AQ)
telefono: 338.4267282

 

Archivio ricette


 

 una ricetta di www.qualcosadirosso.com

 Il Caciocavallo Podolico dà la misura perfetta di cosa sia un formaggio di qualità: il profumo è complesso, il gusto è profondo e ricco grazie all'aromaticità delle erbe di cui le vacche si sono nutrite. Il segreto è in gran parte lì: quando gli animali stanno bene e sono allevati secondo natura, i prodotti che se ne ricavano sono gustosi e sani. Questa razza poi, la Podolica, mi è particolarmente simpatica poiché vuol vivere allo stato brado: è il modo migliore per alimentarsi di tutta una varietà di erbe che rendono il formaggio tanto straordinario.

Il Caciocavallo Podolico che ho utilizzato per questa ricetta è prodotto da un allevatore irpino operante in Abruzzo; la ricetta che ho eseguito è piuttosto veloce da realizzare e si presta bene sia come piatto unico che come antipasto: il gusto del caciocavallo è esaltato dal calore e dall'accompagnamento con ingredienti semplici e genuini.

 Preparazione

Tagliare le melanzane a fette di spessore 3-4millimetri. Scottare in padella su entrambi i lati, appoggiare su un piatto le fette ripiegate a metà mentre si preparano ripieno e condimento. Accendere il forno a 180°.

Tritare il pane a cubetti piccoli e ammorbidirlo con latte e acqua; dovrebbero bastare in tutto due cucchiai scarsi di liquido, ma dipende dalle caratteristiche del pane: deve diventare malleabile ma non molle. Nel frattempo, tagliare a cubetti piccoli anche i pomodori e le olive, condire con olio sale e poco aceto e tenere da parte. 

 

Schiacciare il pane con una forchetta in modo da rompere i cubetti, unire il caciocavallo tagliato a piccoli dadini. Formare delle polpettine ed inserirle nelle melanzane, formando i "finti" ravioli a mezzaluna. 

 

Disporre su una placca rivestita di carta forno ed infornare per una decina di minuti scarsi, quanto basta per rendere morbido il ripieno. Servire con il trito di pomodori e olive, basilico fresco e un altro filo di olio extravergine: il contrasto caldo/freddo esalterà i sapori.

 

Vuoi leggere l'introduzione a questa ricetta sul sito dell'autrice? Allora clicca qui!

 

11 settembre 2013

Scopri tutto sulla superiorità dei formaggi da animali al pascolo: clicca qui!