Bentornato Caseus!

   La Direzione di QualeFormaggio è onorata di ospitare in
   questa sezione gli artefici del più importante strumento
   divulgativo che il settore lattiero-caseario italiano abbia mai
   avuto dal 1995 a oggi: la rivista bimestrale Caseus.
   Gli autori di Caseus, a cominciare dal suo artefice Roberto
   Rubino - saranno qui per voi con cadenza settimanale per
   aggiungere al nostro contributo giornalistico, sul fronte
   dell'attualità, le loro conoscenze scientifiche e il loro
   autorevole punto di vista sul settore in cui operiamo.



Latte: bisogna invertire la marcia (e ridurre la velocità) per provare a salvarsi

  14 aprile 2016 - Ormai non passa giorno senza che su un giornale o su Facebook non si legga: "gli allevatori indignati riversano il latte sulle strade". E questo sta succedendo in tutto il mondo. Nella ricca Europa come nei Paesi poveri dell’America Latina. La rivolta degli allevatori, lo spargimento del latte o del letame non sono proprio notizie nuove, fino a qualche tempo fa queste proteste erano cicliche, corsi e ricorsi, come era ciclico l’andamento del prezzo del latte.

Leggi tutto...
 
Formaggi: è interesse di tutti allargare la forbice dei prezzi

 

  24 marzo 2016 - Qualche giorno fa parlavo con un grosso industriale lattiero-caseario dell’area metropolitana di Napoli. Era preoccupato della situazione e voleva diversificare l’offerta in base alla qualità del latte e non della tecnica casearia. Era la prima volta che sentivo un industriale esprimersi in quella maniera: la qualità del latte? Detto da uno che produce formaggi per una fascia medio-bassa, è una vera e propria rivoluzione. E continua: “io voglio modificare la strategia non solo per offrire una prospettiva ai nostri allevamenti, che rischiano di scomparire, ma anche perché vorrei produrre formaggi anche di alta gamma”. “Io continuo a sostenere i nostri allevatori, aggiunge, ma come possono resistere se io oggi ho acquistato tre cisterne a 15 centesimi, mentre pago il latte della zona a 40 centesimi”?

 

Leggi tutto...
 
315 euro al chilo una toma stagionata? Certo, e il prezzo è giusto!

 

  10 marzo 2016 - C’è una soluzione alla crisi del settore latte, crisi che diventa ogni giorno sempre più drammatica? La malattia si cura se se ne individua la causa. Certo, la causa scatenante è l’eccesso di latte sul mercato mondiale. Ma quella è ormai una “non causa”, nel senso che è un problema non risolvibile, visto che riguarda il mercato mondiale e tutti i problemi, se non si possono risolvere, semplicemente non esistono. Secondo me una causa non secondaria riguarda l’eccessivo appiattimento dell’offerta: la forbice fra il formaggio meno caro e quello più caro è molto ristretta, a volte inesistente.

 

Leggi tutto...
 
Latte: è l'eccesso di igiene il problema di chi fa qualità reale

 

  3 marzo 2016 - La crisi del settore sta, di fatto, monopolizzando l’attenzione della stampa e degli addetti al settore, oscurando completamente questioni che non hanno niente a che fare con la crisi ma che stanno determinando cambiamenti che potranno rivelarsi condizionanti il futuro della zootecnia da latte. Mi riferisco alla deriva della qualità del latte e dei formaggi.

 

Leggi tutto...
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 2 di 19

Archivio generale Caseus