Bentornato Caseus!

   La Direzione di QualeFormaggio è onorata di ospitare in
   questa sezione gli artefici del più importante strumento
   divulgativo che il settore lattiero-caseario italiano abbia mai
   avuto dal 1995 a oggi: la rivista bimestrale Caseus.
   Gli autori di Caseus, a cominciare dal suo artefice Roberto
   Rubino - saranno qui per voi con cadenza settimanale per
   aggiungere al nostro contributo giornalistico, sul fronte
   dell'attualità, le loro conoscenze scientifiche e il loro
   autorevole punto di vista sul settore in cui operiamo.



Ogm in zootecnia: quale conto ci presenterà la natura?

 

 20 febbraio 2014 - La questione Ogm è di nuovo rimbalzata sul web e sui giornali in questi giorni. Il fronte del "no" tiene duro. Alcuni risultati della ricerca sembrano dare sostanza ai dubbi della prima ora. Solo per restare dalle nostre parti, Federico Infascelli, professore dell’Università di Napoli riporta che «l’aver indotto la resistenza a Ostrinia nubilalis introducendo il gene Cry 1Ab proveniente da Bacillus thurigiensis, ha in qualche modo comportato una modificazione della struttura dell’amido presente nel contenuto cellulare. Tali risultati consentono innanzitutto di rilevare l’inadeguatezza del principio di “sostanziale equivalenza nutrizionale” qualora essa si basi sulla similitudine delle sole caratteristiche chimiche».

 

Leggi tutto...
 
Mozzarella blu punto e a capo: ecco svelato ogni segreto del latticino meno pericoloso del mondo

 

 17 febbraio 2014 - La settimana scorsa alcune agenzie di stampa hanno riportato la notizia che il sostituto procuratore di Torino, Raffaele Guariniello, aveva firmato quattro avvisi di garanzia nei confronti della Lat-Bri e della Granarolo. L'ipotesi di reato sarebbe quella di aver distribuito ‘in catene di consumazione sostanze alimentari non genuine’, in particolare contaminate, secondo l'accusa, dal batterio "pseudomonas fluorescens" responsabile della colorazione azzurrina che assumeva il prodotto all'apertura della confezione. Pare che l’accusa riguardi, nello specifico, l’uso di acqua contaminata dallo Pseudomonas.

 

Leggi tutto...
 
Non giova neanche alla vacca l'igiene eccessiva del latte

 

 11 febbraio 2014 - La legge 169/89, quella - per intenderci - che indottrina noi comuni mortali su cosa è la qualità del latte e volgarmente conosciuta come “legge Alta qualità”, ha nella Carica Batterica il parametro chiave della sua filosofia. Il latte può essere classificato come “Alta qualità” e, per questo, ricevere un prezzo più alto, se la carica batterica è inferiore a 100mila batteri.

 

Leggi tutto...
 
Dopo le quote latte, quali prospettive per allevatori e consumatori?

 

 4 febbraio 2014 - Nel 2015 scompariranno le quote latte. Gli effetti sono abbastanza prevedibili. Gli allevatori saranno liberi di aumentare i livelli produttivi per vacca e per azienda, l’offerta, nonostante la timida attenzione dei cinesi per i latticini, sarà superiore alla domanda, i prezzi tenderanno a diminuire, i produttori dovranno ridurre i costi e, nel farlo, saranno costretti ad influire negativamente sulla già modesta qualità del latte. Al solito, chi ci rimetterà saranno i consumatori, che si troveranno di fronte prodotti sempre più banali - beninteso debitamente marchiati con il sigillo dell’Alta Qualità - ed i piccoli produttori, quelli che in montagna e in collina (per la verità ce ne sono anche in pianura) ancora insistono con tecniche più rispettose dell’animale e dell’ambiente.

 

Leggi tutto...
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 10 di 19

Archivio generale Caseus